Charles Leclerc e Sebastian Vettel hanno faticato terribilmente durante le qualifiche del GP di Turchia 2020, tappa del Mondiale F1 che va in scena sul circuito di Istanbul. Soprattuto il pilota monegasco della Ferrari si era distinto con grande piglio durante tutte le prove libere, riuscendo a chiudere al secondo posto alle spalle di Max Verstappen e facendo pensare a un buon weekend per la Scuderia di Maranello. Purtroppo la pioggia si è abbattuta sul Bosforo e Leclerc non è mai riuscito a trovare il giusto ritmo, le gomme da bagnato non sono mai andate in temperatura e così il giovane del Principato si è dovuto accontentare di una mesta 14ma posizione a oltre 7" dai migliori.

Charles Leclerc scatterà dalla settima fila nella gara di domani e non sarà semplice rimontare nel tentativo di ottenere un buon risultato. L’alfiere della Rossa ha analizzato la sua prestazione ai microfoni di Sky Sport F1:

Gran Premio di Turchia
Stroll, pole pazzesca. Leclerc-Vettel fuori dalla top 10
14/11/2020 A 14:00
Io non ho spiegazioni. Normalmente mi piace essere ottimista, ma questa volta non capisco. Stamattina pioveva, ma ero confidente con la macchina. In qualifica non so cosa è successo, ma era un disastro. Io non ce la facevo a rimanere sulla pista e prendiamo sei secondi, mentre stamattina eravamo pari alla Red Bull. Non so come spiegare questo distacco: sicuramente non sono stato perfetto, ma sei secondi mi sembrano tantissimi. Dobbiamo lavorare e dobbiamo capire perché facciamo così tanta fatica sul bagnato, non è la prima volta che succede.

Charles Leclerc non può essere soddisfatto del 14esimo tempo nel Gp di Turchia

Credit Foto Getty Images

Vettel: "Con pochi gradi di differenza l'auto cambia comportamento"

Leggermente meglio di Charles è andata a Sebastian Vettel, che però si è dovuto accontentare di un 12esimo tempo che, ai microfoni di Sky Sport, ha provato a spiegare così.

"Per noi è stato molto difficile con la pioggia, perché abbiamo faticato tantissimo a mandare in temperatura le gomme. Abbiamo provato di tutto, però è stato incredibile, perché se le condizioni atmosferiche cambiano di pochi gradi, allora la macchina è completamente diversa. Bastano cinque gradi per fare un’enorme differenza. Quantomeno penso che domani in gara si possa avere un ritmo molto migliore di quello di oggi. Vedremo come andrà e quali condizioni troveremo

stefano.villa@oasport.it

Mick Schumacher sulla Ferrari! Il video del test di Fiorano

GP Sakhir
Vettel in testacoda, Magnussen lo evita per un pelo: il video
8 ORE FA
Formula 1
Mick Schumacher, il ragazzo diverso da Michael senza fretta
IERI A 09:07