Sono un co..ne. Sono un co..ne. Ma che ca..o, ho commesso un errore imperdonabile. Che m…a, che m…a! Come a Baku...". Non si è dato pace nel suo team-radio Charles Leclerc, al termine del GP di Turchia, round del Mondiale 2020 di F1. Una gara folle quella di Istanbul condizionata dalla pista bagnata su un asfalto estremamente scivoloso che ha incoronato il migliore di tutti: Lewis Hamilton,94ma vittoria per lui e soprattutto settimo titolo in carriera (record di Michael Schumacher eguagliato). Una giornata che invece Leclerc ricorderà mal volentieri, dopo aver messo in pista con le gomme intermedie un piccolo capolavoro. Era 14° il monegasco e con le gomme da bagnato intenso non andava avanti: problemi nel trovare il range termico adeguato. Viste le criticità, la scelta è stata quella di montare le intermedie prima del tempo. La mossa si è rivelata corretta perché il monegasco, in quel momento, diventava indiscutibilmente il pilota più veloce sul tracciato. Se si guarda, infatti, ai cronologici Charles nella prima parte della gara aveva oltre un minuto di ritardo dal primo. Arriverà al traguardo con 33″858 da Hamilton.

Una prestazione dal punto di vista della velocità pura impressionante, che si stava riflettendo anche con il piazzamento. Charles infatti, mettendo in fila anche Max Verstappen e Sebastian Vettel, era stabilmente terzo. L’ambizione però per un pilota è tutto e l’intenzione era quella di andare a prendere il messicano Sergio Perez. Anche in questo caso una risalita incredibile e nell’ultimo giro arrivava il sorpasso. Sembrava fatta, ma Perez è stato abile a tirare la staccata, come si suol dire in gergo, forzando all’errore Leclerc, che in un colpo solo ha perso la seconda e la terza posizione, giungendo quarto all’arrivo.

Formula 1
F1, Leclerc e l'amore per la Ferrari: aiuta a smontare il box
16/11/2020 A 11:05

Vettel: "Leclerc non aveva alcuno spazio. Un vero peccato per la Ferrari"

A “consolare” da questo punto di vista è stato proprio Vettel che, intervistato da Motorsport-magazin.com, ha lodato le qualità del suo compagno di squadra: "E’ ancora molto giovane e se qui in Turchia ha fatto un errore, sono certo che ne trarrà giovamento. A mio parere, otterrà grandi risultati nel futuro e forse sarà anche meglio di Max Verstappen. E’ logico che sia arrabbiato per quanto accaduto, ma fa parte della logica delle cose“.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Vettel divorzia dalla Ferrari! Dalle storie tese con Leclerc al rinnovo al ribasso: tutti i motivi

Gran Premio di Turchia
Il team radio di Leclerc in Turchia: "Sono un co***one"
15/11/2020 A 13:46
Gran Premio di Turchia
Ferrari, orgoglio Vettel e rabbia Leclerc: "Buttato via 2° posto"
15/11/2020 A 13:26