All'Istanbul Park si è disputata la terza sessione di prove libere del Gran Premio di Turchia di Formula Uno, ultima opportunità per affinare gli assetti delle monoposto in vista delle qualifiche del pomeriggio e della gara di domenica mattina. I piloti si sono però trovati ad affrontare condizioni complicate, in quanto sul tracciato dell'Anatolia ha fatto la sua comparsa la pioggia. Il turno è infatti andato in scena sul bagnato, tanto che le vetture hanno dovuto montare prima pneumatici intermedi e poi addirittura full wet, in quanto l'intensità delle precipitazioni è aumentata con il passare dei minuti. Dunque, zero riferimenti rispetto alla giornata di venerdì e soprattutto pista completamente lavata dalla gomma che poteva essersi depositata durante le prime due sessioni di prove libere. L'aderenza, già precaria, è diventata assolutamente critica, in quanto sono fioccati testacoda e uscite di pista. L'azione è stata minima, poiché si è girato pochissimo. Le prestazioni cronometriche lasciano il tempo che trovano, ma per quanto può contare la Red Bull e la Ferrari si sono confermate al vertice con Max Verstappen e Charles Leclerc rispettivamente primo e secondo.

Gran Premio di Turchia
Libere 2: squillo Ferrari! Leclerc 2° dietro Verstappen
13/11/2020 A 13:33

Crono non rilevato per Hamilton

Va rimarcato come la Scuderia di Maranello sia stata la squadra che ha percorso il maggior numero di chilometri (23 giri complessivi tra i due piloti). Al contrario la Mercedes praticamente non si è impegnata e addirittura Lewis Hamilton ha completato esclusivamente un paio di installation lap.

Crozza, il nuovo personaggio è Binotto: "Crisi Ferrari? Colpa dell'antifurto"

Gran Premio di Turchia
Libere 1, sorriso Ferrari: Leclerc 3°, Vettel 5°
13/11/2020 A 10:24
Gran Premio di Turchia
Hamilton, Albon, la Ferrari e la lotta nel costruttori: le 5 domande
12/11/2020 A 14:57