Valtteri Bottas vince a Istanbul park il Gp di Turchia, sedicesima prova del Mondiale di Formula 1 2021. Il finlandese della Mercedes parte dalla pole e centra le decima vittoria della propria carriera davanti alle Red Bull di Verstappen e Perez. Quarto posto per la Ferrari di Leclerc davanti all'altra Mercedes di Lewis Hamilton, partito 11°. Il monegasco ha anche assaporato la possibilità di vincere, quando ha scelto di restare in pista con le intermedie montate a inizio gara al pari di Hamilton. Poi però sono stati entrambi costretti ad arrendersi al degrado, lasciando strada a chi si era fermato prima di loro. Buona anche la rimonta di Carlos Sainz, partito in fondo alla griglia e giunto 8° con l'altra SF21.

La gioia di Bottas a Istanbul park

Credit Foto Getty Images

LOTTERIA GOMME

Gran Premio di Turchia
Hamilton: "Rabbia? Non posso essere sempre calmo mentre corro"
11/10/2021 A 13:09
Bella gara, avvincente e tirata dal primo all'ultimo giro, anche grazie alle condizioni meteo. Niente pioggia durante la gara ma pista bagnata fin dall'inizio, con tutte e 20 le monoposto partite su gomma intermedia. Dopo la metà la svolta: chi azzarda la slick, come Vettel, paga dazio. Chi monta nuove gomme intermedie, come Bottas, Verstappen e Perez, soffre qualche giro sulle temperature ma ritrova presto il ritmo. Leclerc e Hamilton provano l'azzardo di arrivare in fondo senza pit stop - consentito dal regolamento in condizioni di bagnato - ma sono poi forzati a rientrare prima di restare sulle tele. Il ferrarista perde così il podio, mentre Lewis si infuria con la squadra ma limita comunque i danni in classifica.

ORDINE D'ARRIVO

Valtteri BottasMercedes1
Max VerstappenRed Bull+ 13:857
Sergio PerezRed Bull+ 22:857
Charles LeclercFerrari+ 25:113
Lewis HamiltonMercedes+ 29:336
Pierre GaslyAlpha Tauri+ 31:389
Lando NorrisMcLaren+ 33:813
Carlos SainzFerrari+ 37:794
Lance StrollAston Martin+ 1:08:993
Esteban OconAlpine+ 1:28:452

MOMENTI CHIAVE

Partenza - Start pulito nonostante i timori, Bottas tiene la leadership davanti a Verstappen e Leclerc. Alonso si tocca con Gasly e va in testacoda, finendo indietro.
Giro 10, Hamilton e Sainz in rimonta - Hamilton si inventa il sorpasso sul coriaceo Tsunoda, e risale poi fino a mettere nel mirino il 4° posto di Perez. Carlos Sainz è velocissimo dopo essere partito dal fondo e rimonta fino a rientrare agevolmente in zona punti, anche in virtù delle prestazioni motoristiche della nuova power unit di Maranello.
Giro 25, incertezza gomme - Le gomme intermedie diventano quasi delle slick, ma la pista non si asciuga in modo tale da poter passare a gomme da asciutto. Ricciardo e Alonso provano per primi a montare ancora gomme da bagnato, mentre davanti domina l'incertezza.
Giro 30, Leclerc coi migliori - Se Sainz rimonta da fondo griglia, Leclerc tiene senza problemi il ritmo di Bottas e Verstappen davanti a lui, mentre Perez vede avvicinarsi Hamilton.
Giro 35 - Duello Perez-Hamilton - L'inglese prova l'attacco nelle tre curve finali, il messicano della Red Bull resiste affiancato per poi cedere sul rettilineo del traguardo. Ma alla staccata di curva 1, la posizione è di nuovo sua. E' il duello più entusiasmante in una gara ricca di sorpassi.
Giro 38, la svolta - Verstappen rompe gli indugi e monta gomme intermedie nuove, seguito da Bottas e Perez. Leclerc e Hamilton provano invece l'azzardo di restare in pista, con la pazza idea di non fermarsi. Ma col passare dei giri il consumo della mescola arriva al limite, ed entrambi devono poi rientrare a montare a loro volta intermedie nuove. Lewis vorrebbe addirittura la slick, con cui pochi giri prima Vettel non era riuscito a tenere la macchina in pista, e si infuria col team. Leclerc ha condotto la gara per alcuni giri prima di andare in crisi.

I TOP

Valtteri Bottas (Mercedes) - Questa volta è inappuntabile: fa il suo dal venerdì alla domenica, gestendo al meglio la leadership sia in partenza che nelle varie e delicate fasi di gara.
Sergio Perez (Red Bull) - Anche lui risponde finalmente presente alle esigenze del team: si tiene alle spalle con maestria Hamilton e chiude sul podio alle spalle del compagno.
Carlos Sainz (Ferrari) - Bella rimonta da fondo griglia fino alla zona punti, mentre Ricciardo, partito al suo fianco, non si schiodava dagli scarichi di Russell. Il nuovo motore regala potenza, lui ci mette la giusta grinta nelle staccate.

I FLOP

Daniel Ricciardo (McLaren) - Male in qualifica, male nella prima parte, male dopo il cambio gomme. Dopo la vittoria di Monza e la buona gara in Russia, un ritorno ai mesi difficilii dell'estate.
Yuki Tsunoda (Alpha Tauri) - Bravo all'inizio a costringere Hamilton ad inventarsi un sorpasso improbabile. Poi però si sfarina e finisce lontano, mentre il compagno Gasly è al solito fra i primi.

LA STATISTICA

Erano 28 anni, dal 1993, che un pilota non giungeva al traguardo senza effettuare pit stop: allora fu Gerhard Berger su Ferrari, oggi ci è riuscito Esteban Ocon. Per il francese dell'Alpine, 10° posto conservato nel finale thrilling in cui non aveva letteralmente più gomma.

Una Red Bull sfreccia per le vie di Palermo

Gran Premio di Turchia
La Ferrari sarà la 3ª incomoda nel derby Max-Lewis per il titolo?
11/10/2021 A 10:22
Gran Premio di Turchia
Le pagelle: finalmente Bottas e Perez, motore Ferrari promosso
10/10/2021 A 15:54