All'indomani del settimo titolo mondiale di Lewis Hamilton, con cui l'inglese ha eguagliato il record di Michael Schumacher, il presidente della FIA Jean Todt, grande amico di Schumi, ha voluto parlare delle condizioni fisiche dell'ex campione della Ferrari ai microfoni della radio francese RTL.

"Michael sta combattendo e possiamo solo augurare a lui e alla sua famiglia che le cose migliorino. Schumi è molto ben circondato e comodamente sistemato. Vado a trovarlo regolarmente e guardiamo la TV insieme". L'ex team principal della Ferrari ha poi trovato anche il tempo per parlare del giovane figlio Mick che l'anno prossimo correrà con ogni probabilità in Formula Uno: "Probabilmente correrà in Formula 1 il prossimo anno, siamo lieti di avere di nuovo uno Schumacher ai massimi livelli delle corse automobilistiche".

Gran Premio di Turchia
Hamilton raggiunge Schumacher: "Andato oltre ai miei sogni"
15/11/2020 A 12:22

Nonostante la positività del numero 1 della FIA, il neurologo svizzero Erich Riederer, qualche tempo fa, è stato molto più crudo sul tema.

"Penso che sia in uno stato vegetativo, il che significa che è sveglio ma non risponde. Respira, il suo cuore batte, probabilmente può sedersi e fare piccoli passi con aiuto, ma non di più. Credo che questo sia il massimo che possa fare. Non credo proprio che possa tornare nelle sue condizioni prima dell'incidente".

Hamilton, 7 titoli come Schumacher: i record della leggenda

Formula 1
Vettel: "Rispetto per Hamilton, ma nessuno come Schumacher"
13/10/2020 A 12:20
Formula 1
Lewis Hamilton nominato cavaliere dopo il 7° trionfo in F1?
22/11/2020 A 12:14