Clamoroso epilogo nelle qualifiche del GP di Monaco 2019 di F1, che hanno visto l’idolo locale della Ferrari Charles Leclerc uscire di scena addirittura nel Q1 per l’ennesimo disastro strategico del Cavallino che ha compromesso il fine settimana del monegasco ritenendo buono il tempo fatto registrare ad inizio sessione.
La gara di domani diventa così assolutamente proibitiva su un tracciato come quello di Monte Carlo, errori così risultano davvero incomprensibili:“Non so perché non abbia potuto fare un altro tentativo. Su una pista come Monaco non possiamo permetterci di essere fuori in Q1, ormai il danno è stato fatto e questo rende la gara di domani ancora più complicata visto che qui non si sorpassa”.
Parecchio affranto da quanto successo, il padrone di casa ha chiarito che non è stata una sua scelta quella di restare fermo:“Ho chiesto più volte al team se fosse sicuro che avremmo passato il taglio visto il vantaggio di un solo decimo e mezzo, mi hanno risposto che pensavano che l’avremmo fatta ma poi abbiamo scoperto che non era così. Sono molto deluso”
Formula 1
FIA: "Budget Cap? Sanzione Red Bull equa. I rivali volevano il sangue"
IERI ALLE 15:18
Leclerc partirà domani dalla sedicesima piazza ma le previsioni meteo dicono che potrebbe arrivare la pioggia a rimescolare le carte e dare una piccola chance di rimonta per il suo Gran Premio.

Le dichiarazioni di Vettel

“Sappiamo che gran parte del lavoro doveva essere fatto oggi e abbiamo provato a dare tutto, è stato un peccato nel Q1 perché eravamo tutti molto vicini e perdere una macchina per domani non ci voleva, ma credo che la pista sia migliorata più del previsto e per poco non siamo rimasti fuori con entrambe le vetture – dichiara il tedesco della Rossa ai microfoni di Sky – In generale non avevamo la velocità, abbiamo faticato e io ho faticato a far funzionare le gomme e a trovare il giusto feeling con la macchina, un aspetto fondamentale a Monaco. Nel pomeriggio l’anteriore a noi non funzionava correttamente, quindi dobbiamo cercare di stringere i denti per provare a capire cosa non va, a volte funziona. Stamattina infatti Charles era piuttosto contento e nei pochi giri che ho fatto lo ero anch’io, purtroppo oggi pomeriggio non è andata così.
Vettel ha poi analizzato il momento della squadra ringraziando comunque i propri meccanici per avergli permesso di svolgere le qualifiche dopo l’incidente di stamattina: “Al momento la situazione è quella che è, dobbiamo accettarla anche se non la vogliamo, ma dobbiamo cercare di ripartire. Deluso dal team? No, non mi sento deluso o tradito dal team, loro hanno fatto un lavoro fantastico e hanno rimesso a posto la mia macchina dopo che io li avevo traditi questa mattina. Non siamo nella condizione di forma che vorremmo quindi è facile criticare, quando sei al limite però capita di sbagliare, mentre quando hai più margine le cose vengono più naturali, ma questa non è la nostra situazione attuale. Loro hanno lavorato sodo per arrivare a quel punto, quindi sta a noi cercare di lavorare ancor più di loro per provare a riprenderli”.
Formula 1
Addio a Patrick Tambay. Fu il sostituto di Villeneuve in Ferrari
IERI ALLE 14:17
GP Cina
Mondiale 2023, salta il GP di Cina: cancellato per Covid
02/12/2022 ALLE 11:49