Formula 1

Nigel Mansell: "La morte di Senna ha sterilizzato i circuiti, la F1 ne è uscita stravolta"

Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Nigel Mansell and Ayrton Senna - GP of Monaco 1992

Credit Foto Imago

DaEurosport
15/06/2020 A 10:48 | Aggiornato 15/06/2020 A 11:50

L'ex-campione del mondo britannico si sofferma sulle rivoluzioni in termini di sicurezza tra la F1 odierna e del passato, riconoscendo nel circus di oggi un mondo eccessivamente anestetizzato.

In un'intervista rilasciata al Daily Mail, Nigel Mansell confronta la F1 di oggi con quella del passato, rispolverando il tragico giorno della morte di Ayrton Senna. Secondo l'ex-pilota della Williams, quel momento ha fatto da spartiacque tra una F1 pericolosa ma brillante e un nuovo sport in cui le corse sono state anestetizzate per minimizzare i rischi.

La morte di Ayrton Senna è stata una giornata catastrofica per il motorsport. Lo ha cambiato per sempre, perché ha sterilizzato i circuiti di gara in tutto il mondo. Questo è un terribile errore. La Formula 1 era uno sport incredibile: ti premiava se guidavi bene, ma ti penalizzava se lo facevi male. Ora è cambiato oltre ogni immaginazione.
Formula 1

Hamilton: "Siamo sempre i migliori". Bottas: "Abbiamo spinto la macchina al limite"

DA 2 ORE

Hamilton è un pilota del passato

"Lewis Hamilton avrebbe fatto bene in quelle circostanze, ma è molto, molto difficile confrontare le epoche. Tanti piloti brillanti si sono rotti le gambe o le braccia e non hanno potuto proseguire le loro carriere. Ora i buoni piloti fanno errori atroci e non si fanno male. A malapena sudano in macchina. A fine della gara, è come se fossero appena usciti dal parrucchiere"

Ayrton Senna, ci manchi! Il rimpianto Ferrari e quell'amicizia mai nata con Schumi

00:01:20

GP Austria

Leclerc: "Non possiamo fare miracoli". Vettel: "Deluso, ma la gara sarà un'altra cosa"

DA 2 ORE
GP Austria

Prima pole di Bottas che batte Hamilton di un nulla! Disastro Ferrari: Leclerc 7°, Vettel 11°

DA 3 ORE
Contenuti correlati
Formula 1
Condividi con
Copia
Condividi questo articolo