Formula 1

Ricciardo: "Il calendario provvisorio? Un campione è legittimo dopo 10 gare"

Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Daniel Ricciardo of Australia and Renault Sport F1 looks on before the F1 Grand Prix of Abu Dhabi at Yas Marina Circuit on December 01, 2019 in Abu Dhabi

Credit Foto Getty Images

DaOAsport
25/06/2020 A 17:21 | Aggiornato 25/06/2020 A 17:22

Dal nostro partner OAsport.it

L’australiano Daniel Ricciardo ha espresso un suo parere in merito al calendario provvisorio e alla ‘legittimità’ del campione del mondo. Il pilota Renault ha sottolineato in un intervista a ‘Motorsport.com‘ che, dopo dieci round, si può tranquillamente incoronare un vincitore. Il nativo di Perth ha affermato: “Se facessimo solo quattro o cinque gare, forse non lo sarebbe. Ma se ne facciamo qualcosa tipo 10, o oltre, ci sarebbero abbastanza prove per capire chi è il campione“.

Momentaneamente sono otto le competizioni che compongono il calendario del Mondiale di F1 2020. Dopo spostamenti e cancellazione il primo evento sarà il prossimo 5 luglio a Spielberg e al momento l’ultimo si svolgerà in Italia a Monza. Ricordiamo che gli impianti del Mugello e di Imola stanno spingendo per approfittare della situazione per inserirsi nei programmi del Circus per quest’anno. Seguendo l’idea di Daniel Ricciardo, il Mondiale si potrebbe chiudere nel Bel Paese con tre affascinanti corse.

Formula 1

F1, tre Gran Premi in Italia a settembre? Imola lancia l’idea di un "triplete nazionale"

25/06/2020 A 13:50

Hamilton: “Penso a Silverstone e Monza senza pubblico e provo una sensazione di vuoto”

00:01:29

Formula 1

Vettel e Leclerc promuovono il Mugello: "Questa pista merita un GP di Formula 1"

24/06/2020 A 06:31
GP Austria

Facciamo i conti: tutti i costi della F1. 2020 senza pubblico, si rischiano 100 milioni di perdite

04/07/2020 A 09:05
Contenuti correlati
Formula 1Daniel Ricciardo
Condividi con
Copia
Condividi questo articolo