Ginnastica artistica

L'Italia si gode Marco Lodadio e Alice D'Amato: prime medaglie per l'Italia agli Europei

Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Marco Lodadio, Europei Ginnastica, Getty Images

Credit Foto Getty Images

DaOAsport
13/04/2019 A 14:00 | Aggiornato 13/04/2019 A 14:13

Dal nostro partner OASport.it

Una magia di bronzo. Una Fata ha coronato il suo sogno e ha conquistato un’incredibile medaglia alle parallele asimmetriche agli Europei 2019 di ginnastica artistica. Alice d’Amato sale sul terzo gradino del podio grazie a un esercizio fenomenale, dipinge linee da favola sugli staggi, esegue divinamente i collegamenti di un programma infarcito di difficoltà (6.0 il D Score), stoppa perfettamente l’uscita e viene premiata con un esaltante 14.400. L’azzurra è tra le grandi del Vecchio Continente, al suo debutto tra le seniores, alla prima uscita tra le grandi dopo due bruttissimi infortuni e altrettante operazioni: la 16enne genovese, già quarta ieri nel concorso generale, si è definitivamente consacrata alla Netto Arena di Stettino (Polonia) e piange di gioia per un risultato di assoluto prestigio in cui lei ha sempre creduto.

Ginnastica artistica

Europei: Nikita Nagornyy trionfa nell’all-around, battuto Dalaloyan! Mozzato 13°

12/04/2019 A 21:22

Negli ultimi mesi ha lavorato tantissimo per presentarsi al meglio a questo appuntamento, nel fondo del suo cuore era convinta di avere la possibilità di poter fare la differenza e oggi ha ricevuto il giusto premio per tutti i suoi sacrifici. Il tricolore sventola agli Europei dopo addirittura cinque anni di digiuno al femminile, è passato infatti un lustro dal sigillo di Vanessa Ferrari che a Sòfia 2014 trionfò al corpo libero: un passaggio di consegne tra la Leonessa di Orzinuovi e la biondina ligure che si allenano insieme al PalAlgeco di Brescia, entrambe tesserate per la Brixia.

L’allieva di Enrico Casella è stata impeccabile e ha completato una settimana da sogno durante la quale si è migliorata gradualmente: 14.000 in qualifica, 14.200 ieri nell’all-around e oggi 14.400 per lasciarsi alle spalle rivali accreditate come la bielorussa Anastasiya Alistrava (14.366), la svedese Jonna Adlerteg (14.300 per l’argento di Glasgow 2018), le francesi Lorette Charpy (14.100) e Melanie De Jesus (13.766, ieri si era imposta sul giro completo). Doppietta russa come ci si poteva aspettare alla vigilia della competizione: la giovane Anastasiia Iliankova riesce a battere la quotata connazionale Angelina Melnikova (14.833 a 14.533). L’Italia ha festeggiato anche la medaglia d’argento con Marco Lodadio agli anelli (a breve la cronaca completa).

Seguono aggiornamenti!

Ginnastica artistica

Jury Chechi 24 anni fa riscriveva la storia: il suo mitico oro ad Atlanta 1996

28/07/2020 A 06:06
Ginnastica artistica

Nadia Comaneci e il 10 perfetto: 44 anni fa l'esercizio di Montreal 1976 che ha fatto la storia

18/07/2020 A 07:41
Contenuti correlati
Ginnastica artistica
Condividi con
Copia
Condividi questo articolo