Dopo lo storico oro di Nicola Bartolini, i mondiali giapponesi di ginnastica regalano un'altra medaglia all'Italia: è l'argento al volteggio di Asia D'Amato ad appena 18 anni dopo il bronzo a squadre nel 2019. Un riconoscimento a livello di individuale femminile che mancava da Anversa 2013 (argento di Vanessa Ferrari al corpo libero). Escludendo le gioie del 1950, Asia D’Amato diventa la seconda ginnasta italiana a conquistare un alloro iridato a livello individuale. Oggi tutto il talento di questa ragazza, tesserata per la Brixia Brescia e arruolata per le Fiamme Oro, è esploso in un atto conclusivo tiratissimo.

La prova

Ginnastica artistica
Biles e le ginnaste del #MeToo risarcite per 900mila dollari a testa
04/12/2021 A 19:09
Asia D’Amato è incappata in qualche saltello indietro in atterraggio dal doppio avvitamento (14.133), poi ha eseguito una buona rondata mezzo giro-salto avanti mezzo giro (14.033) e ha così chiuso con la media di 14.083. In quel momento l’azzurra si accomodava alle spalle della brasiliana Rebeca Andrade (14.966 per la Campionessa Olimpica di specialità, oggi autrice di una bella doppietta) e attendeva le ultime due avversarie: la russa Angelina Melnikova incanta col dty (14.433) ma è imprecisa sul secondo salto (13.500) e con la media di 13.966 fa peggio della nostra portacolori, poi la sorprendente olandese Elisabeth Geurts (seconda in qualifica) cade sul secondo salto e allora può partire la festa tricolore (Oa Sport)
Ginnastica artistica
Sunisa Lee aggredita con uno spray al peperoncino
12/11/2021 A 13:11
Ginnastica artistica
Altri quattro azzurri nella storia: sono nella World Class Gymnast
11/11/2021 A 10:54