La Brixia Brescia ha dominato la Finale Scudetto di ginnastica artistica e ha conquistato il ventesimo tricolore della sua gloriosa storia. La Leonessa si laurea Campionessa d’Italia per la nona volta consecutiva e si cuce sui body la seconda stella, impresa mai riuscita nella storia della Polvere di Magnesio alle nostre latitudini. Una serie semplicemente leggendaria e che resterà per sempre negli annali di questo sport.
Le ragazze del DT Enrico Casella e del Presidente Folco Donati hanno confermato tutti i pronostici della vigilia, riuscendo a imporsi con grandissima disinvoltura al PalaVesuvio di Napoli. La formazione della Brixia è composta da atlete di punta della Nazionale Italiana e che sono già salite sul podio nelle massime competizioni internazionali, per loro le prove interne sono delle semplici formalità e rappresentano occasioni per testare nuovi elementi.
Ginnastica artistica
Accuse minimizzate, le vittime di Nassar chiedono 1 miliardo all'FBI
08/06/2022 A 16:57
Prestazione rimarchevole da parte di Alice D’Amato, che si è scatenata alle parallele asimmetriche (roboante 14.900, 6.2 il D Score, un decimo di bonus). La genovese ha brillato anche al volteggio (13.950) e al corpo libero (13.500). Giorgia Villa ha battuto due colpi di lusso tra staggi (14.550, 5.8) e trave (13.900, 5.1). Martina Maggio è una sentenza in termini di solidità (eccellente 14.100 partendo da 5.6 sui 10 cm, 13.900 alle parallele), mentre Angela Andreoli non ha saputo ripetersi alla trave dopo lo show di ieri (13.300) ma è piaciuta al corpo libero (13.550). Festa anche per Asia D’Amato.
La Brixia Brescia ha concluso con 34 punti speciali all’attivo, vincendo 10 scontri diretti sui 12 disputati. Secondo posto per l’Artistica 81 Trieste (25 punti) di Benedetta Gava, Maddalena Magrini, Giovanna Novel, Chiara Vincenzi, Vittoria Usoni, Emma Puato. Il Giglio Montevarchi completa il podio (13 punti), guidato dalla sempre coriacea Lara Mori e da una propositiva Viola Pierazzini.

A1 Maschile: Pro Patria Bustese si conferma campione d'Italia

La Pro Patria Bustese ha conquistato lo scudetto di ginnastica artistica maschile. I Campioni d'Italia sono riusciti a difendere il tricolore al PalaVesuvio di Napoli, imponendosi con 29 punti speciali contro la Virtus Pasqualetti Macerata (26 punti) e il Gymnatic Romagna Team (17). Nicola Bartolini si è distinto al corpo libero da autentico Campione del Mondo (14.500) e al volteggio (14.600), Ludovico Edalli ha fatto il suo al cavallo con maniglie (13.650) e alle parallele pari (14.350), Marco Lodadio non è risultato brillantissimo agli anelli (13.200 per l'argento iridato). La Virtus Pasqualetti Macerata ha lottato con grande vigore con Andrea Cingolani (14.250 agli anelli), Matteo Levantesi (14.650 alle parallele), Filippo Castellaro (14.000 al corpo libero) e Paolo Principi, ma non è bastato per salire sul trono. Il Romagna Team non ha potuto sfruttare al meglio il russo Artur Dalaloyan, non è bastato lo squillo di Niccolò Vannucchi al corpo libero (14.350).
Ginnastica artistica

Campionato Italiano | Final Six Serie A1

03:37:38

Replica

Giorgia Villa, che incanto! Perfetta alle parallele asimmetriche

Ginnastica artistica
La finale del campionato nazionale di A1 in diretta
22/05/2022 A 13:19
Ginnastica artistica
I Playoff del campionato nazionale di A2 in diretta
22/05/2022 A 11:59