Salvatore Maresca si rivela un cecchino implacabile e si consacra alla sua prima grande uscita internazionale, vincendo un’incredibile, spettacolare e inattesa medaglia di bronzo agli anelli agli Europei 2021 di ginnastica artistica. Il campano ha fatto saltare il banco sul castello di Basilea e a 27 anni ha raggiunto l’apice di una carriera che è soltanto agli inizi: prima di questa settimana, infatti, il ribattezzato Thor non aveva mai avuto la possibilità di competere in grandi eventi, ha mostrato belle cose negli ultimi mesi e si è meritato questa convocazione, onorandola con un risultato meraviglioso.
Salvatore Maresca, che in autunno aveva vinto i Campionati Italiani Assoluti e che negli ultimi mesi si era distinto in Serie A con delle buone prove, ha tirato fuori il suo massimo in terra svizzera ed è riuscito a salire sul podio in ambito continentale. Il nostro portacolori, che in qualifica si era spinto fino a 14.933, oggi ha eseguito un ottimo esercizio caratterizzato da prove di forza ben impostate e da un’uscita perfettamente stoppata. Qualche piccola sbavatura c’è stata, ma nulla che potesse precludere il risultato di lusso: 14.900 (6.2 il D Score) del ginnasta di Castellammare di Stabia, che si è esibito per primo e dunque ha dovuto aspettare in apnea gli esercizi di ben sette avversari!
Ginnastica artistica
Bravissimo Bartolini, bronzo europeo al corpo libero
24/04/2021 A 13:04
Tirando le somme Thor ha tuonato e tempestato, dall’alto di un fisico pensato per questa specialità, e ha confermato la tradizione dell’Italia su questo attrezzo. Marco Lodadio conquistò l’argento agli Europei 2019, oltre a due medaglie ai Mondiali (argento nel 2019, bronzo nel 2018), dopo le imprese dei vari Jury Chechi, Andrea Coppolino, Matteo Morandi, Matteo Angioletti. Oggi si inserisce un nuovo nome tra i grandi signori degli anelli alle nostre latitudini.
Storia bellissima quella di Salvatore Maresca, che grazie alla ginnastica è riuscito a restare lontano da strade poco limpide e oggi ha avuto un bel premio per il suo sacrificio e il suo impegno, dopo essersi rimesso in gioco col body della Ginnastica Salerno. Un peccato che questo ragazzo non possa partecipare alle Olimpiadi di Tokyo (non ci sono più pass a disposizione), ma potremo affidarci a Marco Lodadio che è in ripresa dopo l’operazione dello scorso anno.
La medaglia d’oro è stata conquistata dal greco Eleftherios Petrounias, grande favorito della vigilia. Il Campione Olimpico di Rio 2016 è stato impeccabile, trionfando con 15.400 (6.3 il D Score, 9.100 di esecuzione). Il 30enne, tre volte Campione del Mondo (2015, 2017, 2018), ha conquistato il suo quinto titolo continentale in questa specialità dopo quelli del 2015, 2016, 2017, 2018. Argento per il russo Nikita Nagornyy (15.033, 6.1), premiato un po’ troppo dalla giuria, a nostro modo di vedere. Il Campione del Mondo all-around ha già vinto, in questa rassegna continentale, oro nell’all-around e al volteggio, argento al cavallo e agli anelli.
Ginnastica artistica
Sunisa Lee aggredita con uno spray al peperoncino
12/11/2021 A 13:11
Ginnastica artistica
Altri quattro azzurri nella storia: sono nella World Class Gymnast
11/11/2021 A 10:54