Prima c'è stata la finale al volteggio per il 2° posto. Poi, dulcis in fundo, è arrivata lei... Simoen Biles si regala un'altra medaglia d'oro - la terza di questa rassegna olimpica dopo gara a squadre e All-Around - e lo fa stupendo ancora una volta il pubblico con le sue esecuzioni assolutamente uniche.

Simone Biles, talento extraterrestre

La 19enne americana rifila 7 decimi a tutte le altre, un abisso, grande a due salti fantastici, entrambi premiati dalla giuria con un punteggio di esecuzione superiore al 9.600. Così la Biles ha tenuto a distanza anche le atlete che hanno voluto rischiare, proponendo salti difficilissimi ma imprecisi (come l'indiana Karmakar e la 41enne uzbeka Chusovitina, entrambe cadute tentando di portare a termine il Produnova, una complicatissima ribaltata e doppio avanti).
Rio 2016
Simone Biles in trionfo nell'All-Around! Ferlito 12a e Ferrari 16a
11/08/2016 ALLE 21:08
Simone Biles non ha nemmeno esultato troppo, anche perché il suo compito non è ancora finito: domani (15/8) la finale alla trave, martedì (16/8) quella al corpo libero; non occorre aggiungere che nelle qualificazioni l'americana ha ottenuto il miglior punteggio in entrambe le specialità...
Tornando al volteggio, la prima delle "umane" è stata Maria Paseka, argento a quota 15.253 nonostante un'uscita dalla zona d'arrivo nel primo alto: la russa si migliora così rispetto a Londra, quando aveva ottenuto l'argento. Prima meritatissima medaglia olimpica invece per la campionessa europea Giulia Steingruber, terza a quota 15.216, mentre la nordcoreana Hong Un-Jong - finita sulle prime pagine per lo scatto sorridente accanto a una ginnasta sudcoreana - prova a realizzare uno Yurchenko con 3 avvitamenti senza precedenti ma cade e finisce fuori dal podio.
VIDEO: La storia di Simone Biles, dall'orfanotrofio ai trionfi di Rio

Max Whitlock storico: doppio oro britannico

Max Whitlock riscrive la storia della ginnastica: la Gran Bretagna prima di oggi non aveva mai vinto un oro olimpico in questa disciplina e nell'arco di un paio d'ore ne aggiunge 2 al suo palmares, entrambi firmati da Whitlock, già bronzo All-Around. Al corpo libero l'inglese approfitta delle imprecisioni (insolite) del favorito giapponese Kenzo Shirai e vince con 15.633 davanti ai sue brasiliani Hypolito e Mariano: una classifica inattesa (male infatti gli americani Mikulak e Dalton) che esalta il pubblico di casa.
Whitlock poi serve il bis nel suo attrezzo preferito, il cavallo con maniglie: trionfo a quota 15.966 davanti al connazionale Louis Smith (15.833), mentre il bronzo va allo statuinitense Naddour.

Bis della Mustafina alle parallele asimmetriche

La prima giornat di finali di specialità si è chiusa quindi con le parallele asimmetriche e con l'oro di Aliya Mustafina, che è riuscita a respingere l'assalto dell'americana Kocian confermando così l'oro conquistato a Londra. 15.900 il punteggio della specialista della russa, 15.833 quello della statunitense, non senza le proteste dei tifosi a stelle e strisce. Con l'altra americana Gabby Douglas imprecisa e fuori dai giochi, la strada per il bronzo di apre alle outsider e l'impresa riesce alla tedesca Sophie Scheder, in lacrime sul podio dopo il 15.566 che vale il 3° posto davanti alla connazionale Seitz.
VIDEO: Oksana Chusovitina, settima Olimpiade a 41 anni
Rio 2016
Stati Uniti, oro incontrastato con super-Biles davanti a Russia e Cina
09/08/2016 ALLE 21:24