Sofia Raffaeli esprime la sua opinione dopo aver conquistato nella serata di ieri il terzo titolo mondiale nel giro di poche ore. La ‘Formica Atomica’ ha dato spettacolo all’Armeec Arena di Sòfia (Bulgaria) primeggiando nella disciplina del nastro.
Mai nessuna individualista italiana aveva fatto risuonare l’Inno di Mameli in una rassegna iridata. Sono ben tre, invece, gli acuti dell’azzurra per la 18enne marchigiana che ha concluso davanti alla bulgara Stiliana Nikolova (31.850) e dalla slovena Ekaterina Vedeneeva (29.900), rispettivamente in seconda e terza piazza.
Ginnastica ritmica
Sofia Raffaeli: "Senza la Russia la competizione un po' manca"
22/09/2022 ALLE 18:06
L’azzurra ha riportato ai microfoni della Federazione Italiana: “Alle clavette ho sbagliato due elementi molto importanti, ma sono stata in grado di recuperare in maniera veloce. Le altre difficoltà le ho eseguite bene, sono riuscita a coinvolgere giuria e pubblico abbastanza velocemente”.
L’atleta di Chiaravalle ha concluso dicendo: “Abbiamo lavorato tutto l’anno per raggiungere questo livello e spero di continuare su questa strada. Al kiss and cry ero visibilmente delusa, ma la mia allenatrice, Julieta Cantaluppi, mi ha sussurrato all’orecchio di stare tranquilla. Ho dato il massimo e alla fine ho ripreso la bacchetta sull’ultimo lancio. Non mi aspettavo di vincere vista la presenza di Boryana Kaleyn e Daria Atamanov. Mi è spiaciuto per i loro forfait, mi sarebbe piaciuto affrontarle in gara. Il mio segreto? Julie, che mi sta sempre vicino, soprattutto nei momenti difficili. Il merito di queste medaglie è anche suo”.

LE FARFALLE CON LA MEDAGLIA N.40, KIPCHOGE LEGGENDARIO

Ginnastica ritmica
Sofia Raffaeli, cuore e mente: "So dove sbaglio e vinco di testa"
20/09/2022 ALLE 07:24
Ginnastica ritmica
Le Farfalle riaprono le ali: oro ai cerchi, argento in palle e nastri
18/09/2022 ALLE 13:46