A una settimana dal Masters, Jordan Spieth è ufficialmente tornato nella cerchia dei vincitori del PGA Tour. Il padrone di casa (nativo di Dallas) ha saputo tenere a bada il connazionale Charley Hoffman al TPC San Antonio e a vincere il Valero Texas Open 2021. Quasi quattro anni e 83 partenze dopo l’ultimo successo della cariera, Spieth è riuscito a risalire un pendio che per molti tratti sembrava troppo ripido e tornare ai livelli che un lustro fa lo avevano presentato al grande golf.
Chiudendo con un giro in 66 colpi il fresco e fiducioso americano ha portato il suo score sul -18 complessivo e finalmente trasformato il suo terzo vantaggio stagionale dopo 54 buche nella sua prima vittoria dall’Open Championship del 2017. Con quattro top-10 e ora una vittoria nelle sue ultime sette partenze, Spieth parteciperà ora al Masters Tournament con il perfetto slancio per cercare di vincere la sua seconda giacca verde.
Alle sue spalle, come anticipato, chiude a -16 Charley Hoffmann, che ha saputo tenere il passo del leader replicando il 66 di giornata ma impossibilitato a recuperare le due lunghezze di svantaggio con il quale era entrato nell’ultimo giro. Terzo alla fine l’altro favorito prima del round finale Matt Wallace, che invece è incappato in un ultimo round meno incisivo in 70 colpi allontanandosi progressivamente dalla testa e vedendo ridursi le speranze di successo.
Ryder Cup
Ryder Cup, è dominio americano: 11-5 dopo la sessione serale
9 ORE FA
Ancora USA in quarta posizione grazie a Lucas Glover (-12) che precede l’indiano Anirban Lahiri (-10) e il terzetto di statunitensi a quota -9 formato da Chris Kirk, Brendt Snedeker e Gary Woodland.

La prodezza di Spieth nel day-3

Golf
Hole-in-one clamoroso di Hataoka: la 22enne resta di sasso
9 ORE FA
Ryder Cup
Incredibile Casey dal bunker, la buca rilancia l'Europa
11 ORE FA