Sul percorso del Colonial l’idolo locale Jordan Spieth e il connazionale Jason Kokrak si sono separati dagli avversari di fatto già venerdì e hanno dato vita a un testa a testa incredibile e ricco di colpi di scena che è durato sino all’ultima buca, con il più esperto nativo dell’Ontario che alla fine è riuscito ad avere la meglio e a portarsi a casa il trofeo con il punteggio di -14.
Spieth aveva la leadership dopo i primi tre giri ma un inizio terribile da +3 in quattro buche ha subito fatto capire che qualcosa oggi nel suo gioco si fosse inceppato. Neanche Kokrak è partito forte, ma lentamente ha trovato ritmo guadagnandosi un margine di tre colpi sul rivale, improvvisamente svanito però a causa di due brutti bogey consecutivi alla 15 e alla 16. Con una sola lunghezza tra a dividere i due, l’approccio al green della 18 di Spieth, dal rough, è stato un vero disastro, con la palla nel ruscello che ha decretato la fine delle ostilità, liberando la pressione dalle spalle di Kokrak. Si tratta del secondo successo in carriera per lui, mentre Spieth deve ingoiare l’ennesimo boccone amaro di questo 2021, dove per la quarta volta si era guadagnato la testa delle operazioni a 18 buche dal termine e in una sola occasione è riuscito a convertire. Il texano ha chiuso con un bogey la 18 e con il -12 complessivo, a due colpi dal vincitore.
Alle spalle della scatenata coppia di testa la battaglia è stata altrettanto accesa, anche se a distanza. Al termine dei quattro round infatti ben quattro giocatori hanno chiuso in terza posizione con il punteggio di -10 complessivo. Lo statunitense Charley Hoffman è stato il migliore di questa domenica, siglando un ottimo 65 che gli ha permesso di recuperare ben quattordici posti rispetto al mattino. Al suo fianco troviamo il connazionale Patton Kizzire (67), il colombiano Sebastian Muñoz (68) e l’inglese Ian Poulter (68).
Golf
Rahm vince l'US Open ed è 1 del mondo; 4° super Migliozzi
IERI A 06:49
Quattordicesimo alla fine l’ex campione PGA Championship Collin Morikawa, che ha terminato a -5 scavalcando di un colpo anche lo spagnolo Sergio Garcia. L’esperto europeo, terzo in mattinata, ha affrontato una giornata davvero storta e ha firmato una pesantissima carta da 76 colpi che lo ha fatto precipitare sino al -4.

Charles Schwab Challenge, Day 3: gli highlights

Golf
US Open: Bland-Henley al comando, 10° Migliozzi, calano i Molinari
19/06/2021 A 07:06
Golf
Molinari: "Bello vedere tre italiani in un torneo top"
18/06/2021 A 12:25