L'Honda Classic, pur privo di alcuni dei big della classifica di merito, ha continuato a stupire anche nel secondo round, dopo l'apertura da record dell'australiano Matt Jones. In testa, con una prova da -6 caratterizzata da 5 birdie, due eagle e tre bogey, c'è lo statunitense, nato però in Sudafrica, Aaron Wise, che conduce con uno score complessivo di -12, il più alto dopo 36 buche qui dal lontano 1989.

The Honda Classic : A fortuitous bounce for Johnson

Credit Foto Eurosport

Alle sue spalle, appaiati a tre colpi di distanza, l'altro americano Brandon Hagy e l'aussie Matt Jones, che ha trovato una prova alla pari con il par dopo l'impressionante -9 siglato ieri. In quinta posizione a -7 l'irlandese Shane Lowry, con il campione in carica sudcoreano Sungjae Im che è più attardato, 16esimo in -4, alla pari con Adam Scott e Joaquim Niemann.
RBC Heritage
RBC Heritage, i colpi di Cameron Smith
15/04/2021 A 22:27

The Honda Classic : ITW Aaron Wise

Credit Foto Eurosport

Piccola delusione invece per Lee Westwood che, dopo i due secondi posti consecutivi all'Arnold Palmer e al The Players, non è riuscito a passare il taglio del venerdì ed è stato costretto ad abbandonare in anticipo il PGA National di Palm Beach Gardens. Per il 47enne britannico pesa soprattutto la prova odierna da +8 che, sommata allo 0 del round d'apertura, lo ha relegato in 148esima posizione.

IL CLAMOROSO MOMENTO SOCIAL

Il protagonista del secondo round, un po' a sorpresa, è un altro degli eliminati: lo statunitense Wesley Bryan. L'americano, per uscire da una situazione complicata nella terribile "Bear Trap", è stato costretto a togliersi scarpe e pantaloni, rimanendo a colpire in boxer e maglietta con i piedi immersi nel fango.
RBC Heritage
Cantley chiude il suo giro con un birdie fortunato
15/04/2021 A 22:22
Golf
Cañizares davanti dopo il primo giro all’Austrian Open
15/04/2021 A 19:31