Nonostante la buona riuscita del Grand Slam d’Ungheria, la federazione internazionale di judo ha deciso di sospendere definitivamente gli eventi per il 2020. Come vi avevamo anticipato, non era stata ancora presa una decisione per il Grand Prix di Zagabria, che si doveva tenere nel mese di novembre e su cui tanti atleti puntavano per il ritorno sulle scene internazionali, compresi gli azzurri che a Budapest non hanno potuto partecipare.

Fino a qualche giorno fa, sembrava che ci fossero buone possibilità che quest’ultimo evento per il 2020 potesse svolgersi in totale sicurezza per tutti, ma il peggioramento della pandemia a cui hanno fatto seguito le numerose misure restrittive prese in giro per il mondo, hanno convinto l’IJF a rinunciare. Tra limitazioni di movimento, divieti di accesso a palestre e altre regole, anche trovare una location utile sarebbe stato complicato. Inoltre, i lockdown diffusi rendono in alcuni casi impossibile l‘allenamento agli atleti.

Judo
24 ore con Henk Grol: "Il segreto? Lavorare duramente"
24/11/2020 A 10:00

Per questi motivi, l’IJF ha deciso di concentrarsi sulla prossima stagione e di iniziare a preparare quello che sarà l’evento che le darà il via, il Qatar Masters, prossimo obiettivo internazionale per i migliori judoka del mondo.

“È stata una decisione molto difficile da prendere” ha detto Marius Vizer, Presidente dell’International Judo Federation, “specialmente dopo un evento così ben riuscito come il Grand Slam d’Ungheria di un paio di settimane fa. Tuttavia, tanti paesi nel mondo stanno lottando per limitare la diffusione del Covid 19 e in questo contesto la sicurezza viene prima di tutto. Dobbiamo rispettare gli sforzi dei governi per il bene di tutti.”

Appuntamento dunque a Doha nel 2021, quando si riprenderà anche con le qualificazioni olimpiche per i Giochi Olimpici di Tokyo 2021.

Judo
Europei di Judo 2020, Francia in vetta, l’Italia festeggia con Giuffrida
23/11/2020 A 09:23
Judo
Europei: Fabio Basile e Alice Bellandi, niente bronzo
20/11/2020 A 16:23