Sono decine gli atleti che negli ultimi giorni, a seguito delle vicende tra la Russia e l’Ucraina, hanno deciso di arruolarsi nell’esercito per difendere il loro Paese. Tra questi c’è anche la giovane promessa del kickboxing Yevhen Zvonok, che appena 22enne ha deciso di scendere in prima linea. Erano trascorsi alcuni giorni senza sue notizie, fino a quando poi, dopo cinque giorni di silenzio, è stata comunicata la drammatica notizia: il campione nazionale è rimasto vittima del bombardamento a Chernigov, sotto le macerie di una scuola.
La Federazione ucraina di kickboxing, assieme all’allenatore di Zvonok, si sono uniti nel dolore della perdita di una così giovane promessa. Yevhen appena un anno fa diventava campione nazionale di kickboxing, raggiungendo il secondo posto ai Mondiali. Una carriera agli albori, che avrebbe dovuto continuare con diverse competizioni internazionali e poi, a fine marzo, con il campionato ucraino a Odessa.
Kickboxing
A 10 anni rifiuta l'oro a tavolino, aspetta l'avversario e vince
10/06/2022 ALLE 11:18

Svitolina: "Ero in missione per l'Ucraina, il prize money all'esercito"

Kickboxing
Muore a 48 anni Gianmario "Cico" Zerbini, tre volte campione del mondo
28/12/2019 ALLE 21:40
Kickboxing
Giorgio Petrosyan oltre le stelle: conquista la corona One Championship
09/11/2018 ALLE 16:10