Lutto nel mondo del podismo. All’età di 81 anni si è spento Dick Horty, personaggio simbolo delle maratone e che ha ispirato migliaia di atleti spingendo la carrozzina del figlio disabile Rick. L’iconico personaggio componeva infatti insieme al figlio, tetraplegico e con una paralisi cerebrale, il Team Hoyt che ha partecipato a oltre 1000 gare tra Triatlhon, Ironman, Half Ironman, maratone e mezze maratone.
La prima gara del duo risale al 1977 quando Rick ha espresso il desiderio di partecipare a una corsa di 5 miglia per raccogliere fondi a sostegno di un atleta locale, rimasto paralizzato dopo un incidente. Dick non era un’atleta ma decise di sostenere il desiderio del figlio. Al traguardo Rick pronunciò al padre: “Quando corro non mi sento un disabile”. Da quel momento è iniziata l’incredibile storia del Team Hoyt che ha partecipato tra l'altro anche a 32 maratone di Boston, l'ultima nel 2014, diventando un vero e proprio simbolo della corsa. Dopo la notizia la Boston Athletic Association ha voluto ricordare Dick così: "Dick personificava ciò che significava essere un maratoneta di Boston, mostrando determinazione, passione e amore per oltre 30 Patriot's day. Non era solo uno dei preferiti dai fan che ha ispirato migliaia di persone, ma anche un fedele amico e padre che era orgoglioso di trascorrere del tempo con suo figlio Rick mentre correva da Hopkinton a Boston".
Maratona
Tragedia in Cina, 21 corridori muoiono di freddo
23/05/2021 A 09:28
A dare il tragico annuncio a Rick, e al mondo intero, è stato il fratello Rob: “È triste ed abbattuto come tutti noi, ma sta bene. Mio padre era un eroe per tutti noi e ha ispirato le persone a considerare i figli alla pari, indipendentemente dalla loro disabiltà".

Hannes Reichelt dice addio allo sci

Maratona
Gelindo Bordin: il geometra che vinse l'oro a Seul 1988
02/04/2020 A 12:15