Valentino Rossi si sta cimentando nella 12 Ore del Golfo al volante della Ferrari. Il Dottore è stato buon protagonista nelle prove libere di ieri in questa prova di endurance che lo vede impegnato insieme al fratello Luca Marini e a Uccio (Alessio Salucci). Buon terzo tempo nella sessione mattutina, quarto crono nel pomeriggio. Il nove volte Campione del Mondo e il fratello minore, pronto allo sbarco in MotoGP, hanno commentato la loro prima giornata in Bahrain.

Valentino Rossi: "Pista mi piace molto, soddisfatto perché siamo veloci"

MotoGP
Valentino Rossi al volante di una Ferrari alla 12h del Golfo
08/01/2021 A 07:30

Siamo molto contenti, nei due turni di prove di oggi abbiamo guidato tutti e tre ed è andata bene. In mattinata abbiamo ottenuto il terzo tempo, mentre nel pomeriggio-sera il quarto. Ci sono tanti piloti che vanno forte, però anche noi siamo piuttosto veloci. Dobbiamo lavorare un po’ sul passo perché gli stint saranno lunghi, visto che saremo al volante per più di un’ora. Va migliorato il bilanciamento dell’auto per rimanere costanti in tutte le tornate senza stressare le gomme. La pista mi piace molto, non la conoscevamo ancora, ma ci siamo trovati bene e siamo soddisfatti“.

Le impressioni di Luca Marini: "Buona base speriamo di migliorarci"

Hanno espresso le proprie opinioni anche i compagni di squadra di Rossi in questa avventura, Luca Marini e Uccio.

LUCA MARINI:La giornata è stata positiva, abbiamo girato tanto per trovare il giusto assetto della macchina su un fondo che dava poca aderenza, specialmente sul posteriore. Alla fine penso che abbiamo trovato un buon compromesso e quando tutti e tre abbiamo provato il giro veloce i tempi sono stati buoni. Vale e Uccio hanno svolto dei long-run per capire come lavora la macchina a pieno carico di benzina e l’usura delle gomme. Sabato toccherà anche a me, ma c’è ancora da lavorare e speriamo di migliorarci, anche se per ora siamo contenti“.

UCCIO:Dopo il primo giorno posso dire di essere molto contento, sia al mattino che alla sera abbiamo lavorato per cercare il miglior assetto della macchina. Non siamo lontani da dove vorremmo essere, anche se ci manca ancora qualcosa, specialmente sul posteriore perché scivola ancora tanto. Abbiamo fatto dei turni lunghi per vedere come eravamo messi fisicamente, dato che non è affatto semplice, ma speriamo di continuare così e qualificarci bene in modo da partire davanti in gara“.

Mir, Rossi, Suzuki: le statistiche del folle 2020 in MotoGP

MotoGP
Fausto Gresini resta grave: "Serve ventilazione meccanica"
20 ORE FA
MotoGP
Marquez torna in palestra, recupero incerto
IERI A 16:48