MotoGP

Carmelo Ezpeleta parla chiaro: "Se ci sarà un positivo nel paddock non si fermerà il Gran Premio"

Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Carmelo Ezpeleta, PDG de Dorna Sports, le promoteur du championnat du monde de MotoGP

Credit Foto Getty Images

DaOAsport
17/05/2020 A 11:46 | Aggiornato 17/05/2020 A 11:48

Dal nostro partner OAsport.it

Carmelo Ezpeleta, numero uno di Dorna, si è caricato sulle spalle l’intero Motomondiale in queste difficili settimane e sta facendo di tutto per rendere possibile la disputa della stagione 2020. Dopo giorni complicati, dubbi e mille incertezze, sembra che il campionato possa davvero prendere il via, dopo uno sforzo organizzativo che ha avuto del clamoroso. Lo ha confermato lo stesso dirigente spagnolo ai microfoni di Marca.com, mettendo in chiaro una cosa fondamentale:

Se ci sarà un positivo nel paddock non si fermerà il Gran Premio
MotoGP

La MotoGp verso una doppia tappa a Misano: si corre il 13 e 20 settembre?

DA 5 ORE

La chiacchierata ha toccato diversi argomenti. Il primo punto, ovviamente, è sulla conferma che ci sarà azione in pista in questo tribolatissimo 2020. “Speriamo davvero che tutto vada nella direzione intrapresa. Ci sono ancora alcune cose da valutare, ovviamente. Abbiamo però in mano i protocolli che stiamo sottoponendo a tutte le Nazioni nelle quali si correrà. Sembra che siano linee guida ragionevoli che, se otterremo i permessi di trasporto, potranno essere accettati. Ci vorrà ancora un po’ di tempo, e penso che potremo inserire altre gare alla intelaiatura che abbiamo già creato. All’inizio di giugno potremo annunciare il calendario che inizierà, se tutto andrà bene, il 19 luglio a Jerez de la Frontera”.

Nelle varie opzioni che si sono valutate c’è anche la possibilità di correre più di una volta nella stessa pista, come conferma il numero uno di Dorna. “Il doppio Gran Premio in diversi circuiti sarebbe possibile, e la maggior parte di queste chance sarà in Spagna (Jerez e Barcellona le candidate ndr). Si tratta di una soluzione sicura e, proprio per questo, abbiamo cercato quali Paesi potessero farlo, a determinate condizioni. Abbiamo quindi raggiunto accordi con gli organizzatori per disputare queste gare senza pubblico che, ovviamente, era la questione più importante. Abbiamo quindi creato una bozza di calendario che sta provando a divenire realtà”.

Questa rivoluzione a livello di calendario potrebbe incidere anche in ottica futura per i prossimi anni? “Inizieremo a lavorare sul 2021 quando avremo dato il via al campionato attuale. Da quel momento penseremo al futuro, quindi nel 2021 finiremo di pianificare le decisioni per il 2022, non certo prima. La nostra missione principale è disputare il Mondiale 2020 e concentrarci poi sul 2021 per il quale abbiamo un contratto con 20 circuiti per 20 gare. Vedremo se potrà essere mantenuto, abbiamo inoltre già apportato alcune modifiche tecniche, che riteniamo molto importanti per la situazione che potrebbe sorgere”.

Carmelo Ezpeleta spiega poi che il protocollo di sicurezza con le regole anti COVID-19 è quasi cosa fatta. “L’abbiamo praticamente finito. Stiamo aspettando di presentare le nostre misure dopo averle valutare con grande accuratezza e non appena vedremo che è possibile viaggiare entrerà nella fase conclusiva. Come con altri Paesi, lo presenteremo per l’approvazione o eventuali modifiche necessarie”. Includete i test per tutti coloro che saranno nel paddock? “Sì, è quello che abbiamo proposto”.

Cosa succederebbe in MotoGP se ci fosse un positivo? La grande domanda che tutti si sono posti, ovviamente:

Come per la F1 o per altri sport non ci fermeremo. Ora siamo molto più preparati, come il mondo in generale, rispetto a quando il Gran Premio d’Australia di F1 è stato annullato, e abbiamo anche protocolli per ciò che dovrà accadere se qualcuno risulta positivo o mette in evidenza sintomi

Valentino Rossi-Mugello: una storia di imprese e record lunga oltre 20 anni

00:01:28

MotoGP

Addio a Carlo Ubbiali, leggenda del motociclismo: vinse 9 titoli mondiali

DA 10 ORE
MotoGP

Cancellato anche il GP del Giappone a causa del Coronavirus

IERI A 09:13
Contenuti correlati
MotoGP
Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Ultime notizie

MotoGP

La MotoGp verso una doppia tappa a Misano: si corre il 13 e 20 settembre?

DA 5 ORE

Nuovi video

MotoGP

Virtual GP Misano: primo podio per Valentino Rossi dietro ad Alex e Marc Marquez

00:01:19

Più letti

Tennis

Martina Hingis serve due volte dal basso e viene fischiata, Steffi Graf vince il Roland Garros 1999

IERI A 08:32
Mostra più