Ci ha provato, come previsto, ma alla fine ha vinto il dolore e il raziocinio, che ha portato tutti (pilota, membri del team e uomini HRC) a capire che non è proprio il caso di correre con un omero fratturato meno di una settimana fa ed operato quattro giorni fa. Marc Marquez non parteciperà al GP d’Andalucia, secondo round del Mondiale MotoGP 2020 che si corre sul tracciato di Jerez de la Frontera. Una scelta dura ma maturata nei primissimi minuti della Q1 dove Marquez, dopo aver stretto i denti e aver preso parte sia al terzo turno di libere che alle FP4, ha scelto di arrendersi alla realtà dei fatti e alzare bandiera bianca al termine di un rapidissimo run in pista senza nemmeno tentare il time attack.
Scuro in volto e sconsolato, Marquez parcheggiata la moto al box ha subito preso la via del camion del suo team dove insieme agli uomini della sua squadra al team manager Alberto Puig ha deciso a malincuore di non correre e proseguire la riabilitazione per essere in condizioni migliori fra due settimane a Brno, dove si disputerà il GP della Repubblica Ceca, terzo appuntamento di questo serratissimo e anomalo Mondiale 2020 della classe regina.
GP Andalucía
Valentino Rossi, verso l'infinito e oltre: la leggenda sempre sul podio da 25 anni
27/07/2020 ALLE 08:16

Puig (HRC): "Era giusto provarci, nel pomeriggio il dolore di Marc è cresciuto"

Abbiamo deciso di non proseguire il weekend di fermarci qua, oggi pomeriggio Marc ha avvertito più dolore rispetto alla mattina, non so se sia colpa del caldo oppure per i tanti giri accumulati nella FP4. Non si è trovato bene e la cosa migliore è non correre il GP di domani. Abbiamo provato questa mattina per vedere il comportamento di Marc nelle FP3 e in seguito nelle FP4. La Honda è un team e insieme a Marc abbiamo deciso che la cosa migliore è non forzare. E’ stato un rischio provarci? Dopo l’intervento di martedì Marc si è trovato bene, abbiamo quindi deciso di venire qua a provare. Al suo posto probabilmente un altro pilota non si sarebbe comportato così, ma Marc è così, è un pilota speciale. [Alberto Puig, 25/7/2020 @Sky Sport]

Prima gara saltata da Marquez in MotoGP

Per la prima volta nelle sue otto annate in MotoGP, Marc Marquez dunque non si presenterà al via di un Gran Premio della classe regina. Un forfait che, unito allo zero maturato nel primo GP stagionale a Jerez, mette in salita la rincorsa verso il nono titolo iridato e rappresenta una grande occasione per i rivali pretendenti al titolo che domani potranno ulteriormente allungare sul Cabroncito, che avrà 11 GP per recuperare il gap e difendere la propria leadership in MotoGP. Una grossa chance nella gara di domani ce l’ha soprattutto la Yamaha, che nella qualifica odierna ha monopolizzato le due prime file (Quartararo in pole, Vinales 2°, Rossi 4°, Morbidelli 6°), e che ha tutte le carte in regola per cogliere il secondo successo stagionale. Più insidiosa invece il viatico di Andrea Dovizioso, che dopo l’inatteso terzo posto di domenica scorsa, nelle qualifiche odierne è apparso in grande impasse e domani dovrà tentare una ostica risalita dalla quinta fila.

Marc Marquez si tocca il braccio infortunato prima di salire sulla moto nelle prove del GP di Andalucia, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Sabato da incubo per la HRC, anche Alex Marquez scivola in Q1: partirà ultimo

A completare il sabato da incubo del team Honda ufficiale, ci si è messa anche la scivolata di Alex Marquez nei minuti conclusivi della Q1. Il rookie iberico per fortuna non ha accusato grossi danni nella caduta e domani sarà regolarmente in pista, tentando una difficile risalita dalla 21esima e ultima casella della griglia di partenza.

Dal braccio di Marquez all'amputazione di Bayliss: quando i piloti corrono contro il dolore

GP Andalucía
GP di Andalucia in Diretta tv e Live-Streaming
21/07/2020 ALLE 19:20
GP Andalucía
Le pagelle: Quartararo è l'anti Marquez, Valentino Rossi infinito. Delude Dovizioso
26/07/2020 ALLE 14:19