Nonostante le previsioni del meteo parlino di pioggia pressoché certa nelle prossime giornate, per il momento Giove Pluvio ha risparmiato la prima sessione di prove libere del Gran Premio di Argentina 2019 di MotoGP. Sul circuito di Termas de Rio Hondo i primi quarantacinque minuti odierni (si tornerà in pista, infatti, alle ore 19.05 italiane) hanno visto il miglior tempo di Marc Marquez (Honda) che sulla pista sudamericana sa sempre fare il vuoto.
Il campione del mondo in carica, infatti, è sceso in pista e ha subito inanellato una serie di giri impossibili per tutti gli altri, andando a ritoccare ulteriormente il suo crono anche a fine sessione. Il Cabroncito chiude la sua FP1 con il tempo di 1:39.827 e, solamente negli ultimi minuti, ha visto qualche rivale avvicinarsi ad una distanza accettabile. Alle sue spalle, infatti, troviamo l’australiano Jack Miller (Ducati Pramac) che, grazie proprio al traino di Marc Marquez, è stato in grado di portarsi a 353 millesimi dal cinque volte iridato nella classe regina. Terzo tempo, quindi, per il vincitore della scorsa edizione, il britannico Cal Crutchlow (LCR Honda) autore di un 1:40.215 a 388 millesimi. Una conferma importante per la moto giapponese che in Argentina ha sempre dominato la scena negli ultimi anni.
Quarto tempo per un ottimo Franco Morbidelli (Yamaha SIC Petronas) in 1:40.319 a 492 millesimi da Marquez, quindi ancora un italiano, il sorprendente Andrea Iannone che, dopo una prima fase di sessione anonima, ha saputo spingere la sua Aprilia fino a 539 millesimi dalla vetta. In sesta posizione troviamo un altro pilota che sembra essere “rinato” dopo l’avvio deludente di Losail: il francese Johann Zarco. Il portacolori del team Red Bull KTM ha girato in 1:40.387, ma lasciando buona parte dei suoi 560 millesimi di distacco nell’ultimo settore. In settima posizione, quindi, troviamo Andrea Dovizioso (Ducati) che, come sua consuetudine, nella FP1 non cerca il tempo o la prestazione fine a se stessa. Il romagnolo, tuttavia, non va oltre un 1:40.595 a quasi otto decimi dal suo rivale principe. Ottavo tempo per il francese Fabio Quartararo (Yamaha SIC Petronas) a 849 millesimi, quindi nono lo spagnolo Alex Rins (Suzuki) a 994, mentre chiude la top ten Valentino Rossi (Yamaha).
GP Argentina
Rossi in Argentina ritrova podio e sorriso. Honda e Marquez sono tornati imbattibili?
01/04/2019 A 09:23
Il “Dottore”, dopo aver girato a lungo con la doppia gomma hard, nel finale prova anche la soft e migliora la sua prestazione, chiudendo in 1:40.827, ad un secondo esatto da Marquez. La Yamaha non sembra ancora a proprio agio a Termas de Rio Hondo, ma la sensazione è che la base sia già migliore rispetto al Qatar.
Si ferma in 14esima posizione Jorge Lorenzo che, ancora alle prese con la frattura dello scafoide e acciacchi assortiti, porta la sua Honda all’1:41.340 a un secondo e mezzo dal compagno di team. Solamente 18esimo, invece, il suo connazionale Maverick Vinales (Yamaha). Il poleman di Losail sembra essersi fermato al via della gara qatariota e, dopo una pessima prova nel deserto, inizia il suo weekend argentino con un distacco notevole in questa FP1 ed un tempo di 1:41.657. Non va molto meglio Danilo Petrucci (Ducati), 20esimo, autore di una scivolata in curva 1 a metà sessione e di un miglior tempo di 1:41.768 a quasi due secondi dalla vetta. 21esimo tempo, infine, per Francesco “Pecco” Bagnaia (Ducati Pramac) che, come preventivabile, sconta una fase di conoscenza sul circuito argentino, e due secondi di ritardo.

RISULTATI E CLASSIFICA PROVE LIBERE 1 GP ARGENTINA 2019

1 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 329.4 1’39.827
2 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 329.8 1’40.180 0.353 / 0.353
3 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 332.0 1’40.215 0.388 / 0.035
4 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 323.1 1’40.319 0.492 / 0.104
5 29 Andrea IANNONE ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 326.7 1’40.366 0.539 / 0.047
6 5 Johann ZARCO FRA Red Bull KTM Factory Racing KTM 323.2 1’40.387 0.560 / 0.021
7 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Mission Winnow Ducati Ducati 327.0 1’40.595 0.768 / 0.208
8 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 324.4 1’40.676 0.849 / 0.081
9 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 326.9 1’40.821 0.994 / 0.145
10 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 325.9 1’40.827 1.000 / 0.006
11 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 325.1 1’40.857 1.030 / 0.030
12 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 327.5 1’41.066 1.239 / 0.209
13 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 328.6 1’41.303 1.476 / 0.237
14 99 Jorge LORENZO SPA Repsol Honda Team Honda 330.9 1’41.340 1.513 / 0.037
15 53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 325.1 1’41.509 1.682 / 0.169
16 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 322.5 1’41.513 1.686 / 0.004
17 17 Karel ABRAHAM CZE Reale Avintia Racing Ducati 326.5 1’41.641 1.814 / 0.128
18 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 323.5 1’41.657 1.830 / 0.016
19 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 328.6 1’41.692 1.865 / 0.035
20 9 Danilo PETRUCCI ITA Mission Winnow Ducati Ducati 328.9 1’41.768 1.941 / 0.076
21 63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 326.9 1’41.875 2.048 / 0.107
22 55 Hafizh SYAHRIN MAL Red Bull KTM Tech 3 KTM 321.2 1’42.679 2.852 / 0.804
alessandro.passanti@oasport.it
GP Argentina
Il GP dell'Argentina in Diretta tv e Live-Streaming
28/03/2019 A 19:00
GP Argentina
Le pagelle: Marquez alieno, Rossi e Dovizioso promossi. Male Viñales e Iannone
31/03/2019 A 19:48