Tony Arbolino potrà prendere parte al Gran Premio di Teruel 2020 della Moto3. Questa, di per sè, è già la notizia più importante per il pilota milanese, che una settimana fa aveva vissuto una vera e propria beffa. L’alfiere del team Honda Snipers, infatti, era stato fermato dalle autorità sanitarie spagnole perché, la domenica precedente, sul volo che lo riportava in Italia da Parigi dopo la gara di Le Mans, era presente un passeggero positivo al Covid-19 (che, va specificato, non aveva niente a che fare con il pilota milanese). A quel punto Arbolino era finito nella lista dei “tracciabili” e, appena sbarcato in Spagna, era stato bloccato.
Il classe 2000 era risultato negativo a ben due tamponi, ma le autorità avevano comunque sentenziato che non potesse scendere in pista per il primo appuntamento della doppietta di Aragon. Questa volta tutto è tornato nella norma dato che, dopo cinque giorni di isolamento fiduciario, il tampone ha nuovamente dato esito negativo, per cui è arrivato il tanto atteso “via libera”.
GP Teruel
MotoGP Teruel 2020 in diretta tv e Live-Streaming
22/10/2020 A 08:54
Quella assenza, però, ha pesato a livello di classifica generale, dato che a questo punto Arbolino si trova sempre al quarto posto con 115 punti, ma a -29 lunghezze dal leader della graduatoria, lo spagnolo Albert Arenas, solamente settimo nella prima prova del MotorLand. Seconda posizione per il nipponico Ai Ogura con 131 punti, mentre è terzo Celestino Vietti con 126. Come si può evincere dalla situazione di classifica l’esclusione dello scorso weekend è costata a caro prezzo al pilota nativo di Garbagnate, che avrebbe potuto sfruttare la giornata-no dei rivali, come tale si è dimostrata, per rilanciarsi ufficialmente nella corsa al titolo. A questo punto 29 punti di distacco a 4 gare dalla fine sono un fardello notevole ma, come è ben noto, mai dire “mai” nella classe più leggera.
alessandro.passanti@oasport.it
GP Teruel
Le pagelle: Morbidelli perfetto, super Suzuki. Disastro Dovi
25/10/2020 A 14:30
GP Teruel
Moto2: Lowes vince! Secondo Di Giannantonio, poi Bastianini
25/10/2020 A 14:18