Franco Morbidelli ha realizzato il 2° temponelle qualifiche del Gran Premio di Teruel di MotoGP. Pertanto, il centauro della Yamaha partirà dalla prima fila nella gara programmata per le ore 13.00 di domenica. Un risultato notevole per il venticinquenne romano, il quale è stato battuto da Takaaki Nakagami. L’alfiere del Team Petronas si candida quindi per la vittoria. Ecco quando dichiarato a caldo da Morbido nell’intervista con Sky Sport MotoGP tenuta subito dopo la fine delle qualifiche.
“Sono contento della prima fila, era il nostro obiettivo principale per la giornata odierna. Sono felice soprattutto perché abbiamo migliorato diverse cose rispetto allo scorso weekend e mi sento molto più a mio agio sulla moto. Mi sono divertito parecchio, perché oggi sono riuscito a fare delle belle linee e a guidare bene. Quali sono le aspettative per domani? Diciamo che dobbiamo fare un paio di ritocchi allo scopo di migliorare ulteriormente. Per fare una bella gara sarà importante fare una buona partenza”.
GP Teruel
Moto3, Raul Fernandez in pole! Arbolino 2° e Vietti 3°
24/10/2020 A 14:05
Takaaki Nakagami si conferma in grandissima forma al MotorLand di Alcañiz e conquista una straordinaria pole position nell'undicesima tappa stagionale del Mondiale MotoGP. Si tratta della prima partenza al palo nella classe regina per il nipponico, che si porta a quota 6 pole complessive nel Motomondiale prendendo in considerazione le cinque ottenute in Moto2. L’alfiere di Honda LCR ha messo assieme un time-attack fenomenale, fermando il cronometro in 1’46″882 e precedendo di 63 millesimi la Yamaha Petronas di Franco Morbidelli. Nakagami andrà a caccia del primo podio dell’anno, anche per rilanciarsi in ottica iridata considerando la sua attuale quinta posizione in campionato a 29 punti dal leader Joan Mir (12° in griglia).
"Ieri ho detto che non avevo stress, nessuna pressione e che non dovevo pensare al futuro. Adesso sono libero mentalmente - dichiara il giapponese a Sky Sport, riferendosi al rinnovo di contratto ufficializzato venerdì -. Mi piace questa moto e sapevo di potermi giocare almeno la prima fila sul giro secco. Un piccolo errore nel T1, ma abbiamo comunque migliorato negli altri settori. Bellissima sensazione essere in pole position, quindi ringrazio tutto il team, ma la cosa più importante è la gara. Speriamo di continuare così, con il nostro passo, per ottenere dei grandi risultati“.
Lo spagnolo Alex Rins (Suzuki) conclude in terza posizione. Sul tracciato di Aragon, sede per la seconda volta consecutiva del campionato della classe regina, l’iberico ha ottenuto un crono considerevole a 0″273 dal poleman Takaaki Nakagami (Honda) e a 0″210 dal secondo classificato Franco Morbidelli (Yamaha Petronas). Vincitore della prova spagnola una settimana fa, Rins ha dato conferme del proprio feeling con il tracciato iberico e, quindi, ha ambizioni di non poco conto in vista della corsa domenicale.
"Una prima fila è sempre importante. In MotoGP, ormai, partire davanti è un aspetto fondamentale che condiziona la gara. Devo dire che la moto mi ha dato buone sensazioni e l’obiettivo è quello di confermare in gara la nostra velocità“, le dichiarazioni a caldo di Rins. Suzuki, infatti, decisamente performante nel tratto guidato, ma non così convincente solitamente nel time-attack. Pertanto, per ottenere questo riscontro, l’iberico è stato abile a sfruttare il riferimento della Yamaha del francese Fabio Quartararo: “Devo ringraziare Fabio (sorride, ndr) perché con lui davanti sono riuscito a completare delle buone linee“.

Quartararo preoccupato

“Le qualifiche sono state difficili perché questo fine settimana abbiamo apportato molti cambiamenti alla mia moto. Siamo andati meglio per esempio a livello di passo gara – spiega a Speedweek -, ma sul giro secco siamo calati e sostanzialmente non avevo feeling. Purtroppo Aragon è una pista che mi crea problemi, non vedo l’ora di passare a Valencia”.
A questo punto per il giovane nizzardo si iniziano a fare conti importanti a livello di classifica: “Ho visto che davanti a me ci sono diversi piloti che non hanno obiettivi particolari. Alex Rins, per esempio. Takaaki Nakagami è in pole, e se dovesse vincere toglierebbe punti pesanti ai miei rivali che sono Joan Mir, Maverick Vinales e Andrea Dovizioso. Per me sarà una gara difficile, dato che non ho ancora trovato il giusto feeling su questa pista”.
A livello di ritmo come si vede il francese? “Abbiamo un buon passo, non certo fantastico, ma non siamo nemmeno lontanissimi dai primi. Ho guidato sull’1:48.7 con una gomma di 13 giri per cui bene così. Siamo da top 5, ma ho necessità di limare anche un paio di decimi, ma in alcune curve faccio davvero fatica”.

Marquez: “Sono vicino al rientro, questo è un mondiale strano”

MotoGP
Marc Marquez, stagione finita: lo svela Bradl
24/10/2020 A 13:14
GP Teruel
Nakagami a sorpresa in pole davanti a Morbidelli! Dovi 17mo
24/10/2020 A 12:36