Sesto poleman di questa pazza stagione 2020 della MotoGP. Stavolta tocca a un giapponese su una moto giapponese: Takaaki Nakagami sulla Honda del team LCR.
Può sembrare una sorpresa vedere Naka in pole position. La verità è che il giapponese già nelle libere aveva stabilito tempi fenomenali, sia per la qualifica che nel passo gara. Domenica scorsa Taka si era messo in luce con una seconda parte di gara veramente di alto livello, ma oggi in qualifica si supera e ottiene la prima pole position della sua carriera.
GP Teruel
Mir, Dovizioso, Marquez e Quartararo: le 5 domande prima del GP
23/10/2020 A 09:03
Finalmente Nakagami ottiene il grande risultato dopo tante buone prestazioni. Finalmente la Honda torna davanti a tutti. Poche storie: dopo l'infortunio di Marquez la casa giapponese era caduta in crisi di sviluppo senza il suo leader. Inoltre il Cabroncito ha uno stile unico, che nessun altro ha. Ma col passare del tempo Honda ha iniziato a venire incontro alle esigenze degli altri riders e i risultati finalmente arrivano: prima i podi di Marquez, ora la pole di Taka. Insomma: in questo super mondiale equilibrato Honda può togliersi altre soddisfazioni in questo finale, anche perché Nakagami, sembra incredibile, ma è quinto nel mondiale.
Secondo in qualifica per Franco Morbidelli. Bravo Frenkie a portare la Yamaha in prima fila. Settimana scorsa la M1 era in grande spolvero, oggi invece non riesce a conquistare il bersaglio grosso e gli avversari hanno recuperato. Il Morbido comunque ha un ottimo passo anche per la gara. Attenzione a lui.
Chiude la top three Alex Rins. Prima prima fila per lui in questo 2020. Dopo la vittoria di settimana scorsa, Alex si ricandida per il trionfo. La Suzuki ha sempre fatto bene in rimonta ma aveva faticato in qualifica. Ora invece con una buona posizione in griglia può veramente stupire in gara.
Quarto Maverick Viñales, non lontano dai primi tre. Top Gun forse non ha il passo per lottare per il successo, l'obiettivo può essere quello di battere Quartararo, solo sesto in griglia dietro anche a Zarco. Fabietto un po' delude dopo la pole di settimana scorsa, lui spera di non crollare in gara come domenica.
Solo 12mo Joan Mir. Male lo spagnolo, in grande difficoltà nel Q2. Comunque lui è super nel rimontare in gara, come la sua moto. Mai dare per vinto il leader del mondiale.
Molto peggio va alla Ducati. Solo Zarco si salva e chiude quinto, tutti gli altri sono fuori nel Q1. Miller è 14mo, solo 17mo Dovizioso, davanti a Bagnaia e Petrucci. Un vero e proprio disastro per la casa di Borgo Panigale che su questa pista proprio non va.
Per domani sarà una grande lotta. Settimana scorsa grande favorita era la Yamah che però non ha piazzato neanche un pilota sul podio. Per cui è impossibile fare pronostici.

I momenti chiave della qualifica

- Pronti via e Miller si mette subito davanti. Secondo Pol, poi Aleix e Dovi. Male Bagnaia e Petrucci.
- Nel giro finale Pol fa il numero e piazza il migliore tempo. Per il secondo posto è grande lotta: Miller rimane a lungo, poi però all'ultimo respiro prima Aleix, poi Johann Zarco beffano l'australiano. Quindi qualificati nel Q2 sono Pol e Zarco. Terzo Aleix, poi Miller, Binder, Bradl, DOVIZIOSO 17mo, poi Pecco e Petrucci. Disastro Ducati.
- Q2 che si parte con un super Nakagami che si mette in testa, secondo il Morbido a pochi millesimi. Terzo Zarco, poi Quartararo e Rins. Settimo Viñales, Mir solo 12mo.
- Nel tentativo decisivo Takaaki Nakagami si migliora ancora e conquista una grande pole. Zarco cade e perde tempo. Secondo Morbidelli, chiude la prima fila Rins. Quarto Viñales, poi Zarco e Quartararo. 12mo Mir.

La statistica chiave

Prima pole giapponese in MotoGP dal 2004 con Makoto Tamada. Honda non andava in pole da ben 13 Gran Premi, striscia più lunga dal 1981.

La dichiarazione

Franco MORBIDELLI: "Sono contento della prima fila, era il nostro obiettivo. Siamo migliorati rispetto a settimana scorsa, sono più a mio agio. Mi sono divertito anche in qualifica perché riuscivo a fare delle belle linee. Ora dobbiamo fare qualche piccola modifica per fare una bella partenza e una bella gara".

Il tweet da non perdere

Il migliore

Takaaki NAKAGAMI: Grandissimo Naka! Dalle prime libere il giapponese aveva messo in mostra un grande passo e un'ottima prestazione. In qualifica riesce a portare a casa una super pole assolutamente meritata. Lavoro perfetto di Nakagami, che mette la Honda finalmente dove gli compete.

Il peggiore

DUCATI: C'è poco da dire. Settimana scorsa c'era stata la diatriba tra Dovi e Petrux. Stavolta invece siamo al disastro più totale. Solo il buon Zarco in Q2, gli altri indietro. Addirittura gli ufficiali sono 17mo e 19mo. Problema di gomme? Problema di moto inadeguata su questa pista? Chissà. Certo è che per il forlivese è sempre più dura lottare per il mondiale. Ma se settimana scorsa l'animo di Andrea era colmo di delusione, stavolta c'è proprio rassegnazione.

Dal braccio di Marquez all'amputazione di Bayliss: quando i piloti corrono contro il dolore

MotoGP
Joan Mir e Alex Marquez: i due piloti che non ti aspetti
19/10/2020 A 12:01
Grand Prix Emilia Romagna
Rossi, Quartararo, Bagnaia e Acosta: le 5 domande a Misano-2
21/10/2021 A 22:57