E' Maverick Viñales il poleman del Gran Premio d'Olanda, nono atto del mondiale 2021 della MotoGP. Top Gun sfrutta al meglio una Yamaha superlativa ad Assen e conquista una prima fila che, sei giorni fa, sembrava assolutamente incredibile.
Quello che è successo nel sabato di qualifica nell'Università del motociclismo è ai confini dell'assurdo. Sì, perchè sette giorni fa Maverick al Sachsenring chiudeva penultimo in griglia, mentre in gara il giorno dopo finiva ultimissimo. Ma non solo: nel post gara nelle interviste ha criticato moltissimo squadra, team e moto, additandoli di non seguire le sue direttive ma quelle di Fabio Quartararo.
Grand Prix Emilia Romagna
MotoGP, GP Emilia Romagna 2021 in Diretta tv e Live-Streaming
IERI A 10:54
Sei giorni dopo siamo in un altro mondo. Su una pista certamente più favorevole alla M1 rispetto a quella tedesca, Top Gun fa il record della pista e batte il favoritissimo compagno di squadra al termine di un giro epico. Veramente bravo Viñales, soprattutto a cancellare e ripartire dopo un weekend così negativo come quello tedesco.
Quartararo è battuto. Il francese ci prova, ma nel finale si deve inchinare al compagno di box. Yamaha è straforte ad Assen, imbattibile sul giro secco e quasi imbattibile sul passo gara. La casa giapponese conquista quindi una bella doppietta e cercherà domani la stessa cosa in gara. El Diablo è anche messo meglio rispetto a Viñales nel passo e per domani è favorito. Inoltre ha comunque fatto un gran tempo in qualifica con una gomma, quella soft, con cui non ha un gran feeling.
Chiude la prima fila un ottimo Pecco Bagnaia. L'italiano parte dal Q1 ma senza grossi patemi passa il turno. Con una sola gomma soft, nel Q2 si inventa un gran giro, lontano comunque dalle Yamaha ma che gli basta per la prima fila.
Quarto un ottimo Takaaki Nakagami, prima Honda in griglia, davanti a Johann Zarco: il francese passa anche lui dal Q1 e nel Q2 combatte, ma non va oltre la quinta piazza. Sesto Miguel Oliveira, lontane le Suzuki.
Bene ma non benissimo Valentino Rossi. Il Dottore si ritrova direttamente in Q2, sfruttando al meglio una M1 competitiva. Nella qualifica però non riesce ad andare forte e chiude ultimo. Peggio va però a Marc Marquez, caduto in Q1 e domani solo 20mo in griglia.
Per domani sarà battaglia. Non pioverà, per cui Quartararo è favorito davanti a Viñales. Per il terzo posto c'è grande lotta, a partire dalle Ducati. Guai però a sottovalutare Miguel Oliveira.

La griglia di partenza

La cronaca in cinque momenti

- Quartararo ancora davanti a Viñales, terzo Oliveira. Quarto Aleix, poi Mir e Marquez. Bagnaia 10mo, Rossi 12mo.
- Q1 che parte con Pecco Bagnaia che stampa subito due grandi crono e va in testa, secondo un ottimo Jorge Martin. Fuori Lecuona, Petrucci e Marquez. In difficoltà Zarco che senza tempo, decide successivamente di scendere in pista con la seconda moto.
- Nel Q2 Lecuona si migliora e sale in seconda posizione, dietro a Bagnaia che non ha bisogno di fare altri tempi. Delude Marquez che cade e partirà dalle retrovie. All'ultimo secondo Zarco piazza la zampata, fa il miglior crono e si qualifica per il Q2 insieme a Pecco.
- Primo tentativo nel Q2 con Quartararo che piazza subito il record della pista. Secondo Viñales, poi Zarco e Miller. Buon quinto Nakagami, Rossi 10mo. A Bagnaia gli è rimasta solo una soft e così va in pista con una media nel primo tentativo.
- Nel tentativo conclusivo Maverick Viñales si inventa il giro della vita e batte il compagno di squadra di oltre un decimo. Secondo comunque Fabio, nel finale Pecco Bagnaia si prende la prima fila. Quarto il buon Nakagami, poi Zarco. 12mo Valentino Rossi.

La statistica chiave

Francesco Bagnaia porta la Ducati in prima fila ad Assen. Mancava sull'asciutto dal 2010.

La dichiarazione

Francesco BAGNAIA - "E' stata veramente dura. Siamo partiti facendo molta fatica, perché su questa pista pensavamo di andare molto meglio. Nelle FP2 ho buttato via il turno, dalle FP3 abbiamo migliorato tanto. Sono molto contento di passare dalla Q1 alla prima fila. La Yamaha comunque ha un passo incredibile per la gara".

Il momento social

Il migliore

Maverick VIÑALES - Incredibile. Sei giorni fa tagliava il traguardo in ultima posizione, sparando a zero sulla moto e sulla squadra. Oggi si ritrova davanti a tutti, su una pista certamente più favorevole alla M1. Ma è l'attaggiamento completamente diverso, più combattivo, con gli occhi della tigre.

Il peggiore

Marc MARQUEZ - Oggi molto male. Fatica in Olanda, ma ci si aspettava certamente meglio da lui. Prende il treno scia di Zarco per cercare di qualificarsi, ma finisce a terra per la seconda volta in questo weekend e rovina tutto. Domani partirà dalle retrovie, solo 20mo. Spera nella pioggia, che però non dovrebbe esserci.

Di Giannantonio racconta Fausto Gresini: "Era il fulcro di tutto"

MotoGP
Jarvis: "Rossi avrebbe vinto titolo 2015, senza le accuse a Marquez"
06/10/2021 A 16:23
Gran Premio di San Marino
Bagnaia pole favolosa a Misano! Miller 2°. Rossi cade ed è solo 23°
18/09/2021 A 11:58