Ci ha messo solo due weekend per tornare davanti a tutti: è Marc Marquez il poleman del Gran Premio del Giappone, nuovo atto del mondiale 2022 della MotoGP. Dopo essere tornato in gara solo settimana scorsa, l'alieno di Cervera vola sull'acqua di Motegi e torna in testa al sabato dopo tre anni di assenza.
Qualifiche, e weekend, alquanto tribolati. Sì perché il Q1 inizia con oltre un'ora di ritardo per pioggia, arrivata troppo copiosa durante il Q2 della Moto2. Si inizia alle 9.10 italiane sempre sul bagnato, con i riders che scendono sul tracciato senza aver fatto le FP3, cancellate. Per cui grande incognita per tutti, dato che nessuno aveva provato l'asfalto così tanto viscido prima del Q1. Nel Q2 invece smette di piovere e i crono scendono giro dopo giro. In queste condizioni Marquez ne ha di più e conquista la pole position che gli mancava a lui da ben 1071 giorni.
Gran Premio di Aragon
Nakagami operato alle due dita infortunate nella caduta
19/09/2022 ALLE 16:44

Marc Márquez

Credit Foto Getty Images

Il Cabroncito is back. Doveva essere una pista difficile quella giapponese per lui, che avrebbe messo a dura prova il suo fisico non ancora al meglio. Ma la pioggia, e quindi condizioni meno complesse per il braccio, aiutano lo spagnolo che ne approfitta alla sua maniera. E così Marquez fa il miglior tempo e sarà primo in griglia di partenza. Per domani sarà tutta un'altra musica, dato è che previsto asciutto. Lui e la Honda faticheranno a stare con i migliori, contando la carenza della RC213V e la salute dell'alieno di Cervera. Ma comunque rivederlo davanti è sempre fantastico: è straordinario pensare a quante volte questo rider sia crollato e allo stesso tempo sia rinato. Questo risultato gli darà tantissimo morale, a lui e alla squadra, per ritornare in vetta in tempi brevi.
L'acqua scombina i piani e i risultati sono sorprendenti. Zarco è la migliore Ducati ed è secondo davanti al buon Brad Binder, sempre competitivo sotto l'acqua. Il francese parte dal Q1 e quindi è uno dei più caldi sin da subito nel Q2, dato che aveva provato prima degli altri il tracciato bagnato. Johann ci prova, ma Marquez è comunque superiore, almeno mantiene la Ducati in prima fila. Bravissimo anche Brad a conquistare la prima prima fila della carriera.
Quarto posto per Vinales che si riscatta dall'anonimo weekend di Aragon di settimana scorsa. Quinto Martin e poi Aleix. Il più vecchio dei fratelli Espargaro è il primo big in lotta per il mondiale in griglia di partenza domani. Vedremo se domani potrà approfittare di questo suo piccolo vantaggio rispetto ai rivali per il titolo, dato che ha dimostrato di essere competitivo sull'asciutto.
Sì perché gli altri sono più indietro. Quartararo non riesce ad approfittare al meglio della situazione e chiude nono dietro a Miller e Oliveira. Molto peggio va a Bagnaia, ultimo del Q2 e mai competitivo. L'italiano non riesce mai ad "accendere" le sue gomme e quindi è lontanissimo dai primi. Il lato positivo per lui è che per domani è previsto asciutto e quindi sarà tutta un'altra musica.
E Bastianini? Enea è la grande delusione di queste qualifiche. L'alfiere del team Gresini rimane impantanato nel Q1 e non riesce a qualificarsi nel Q2 per colpa di una caduta nel finale. Domani partirà solo 15mo e quindi sarà molto dura per lui la rimonta dalle retrovie. Eliminati anche Bezzecchi e Morbidelli nel Q1.
Se sarà asciutto domani sarà interessante capire quali saranno i veri valori in pista, dato che ci sono stati veramente pochi minuti per mettere a posto le moto senza acqua sul tracciato. Ducati comunque favorite, prepariamoci alle rimonte di Bagnaia e Bastianini. Ma attenzione al Diablo che nell'unico turno sull'asciutto ha messo in mostra un grande passo. Purtroppo dovrà sorpassare e non poco e con questa M1 è tutt'altro che semplice.

Tabellino

LA CLASSIFICA: Marquez, Zarco, Binder, Vinales, Martin, Aleix, Miller, Oliveira, Quartararo, Marini, Pol, Bagnaia
ELIMINATI NEL Q1: Bezzecchi, Morbidelli, Bastianini, Di Giannantonio, Alex Marquez, Rins, Nagashima, Gardner, Tsuda, Fernandez, Crutchlow, Binder, Nakagami.

La cronaca in cinque momenti

- Qualifiche rinviate di un'ora. Troppo pioggia durante la Moto2, bandiera rossa e FP3 cancellate. Si parte direttamente col Q1 alle ore 9 italiane.
- Alle 9.10 finalmente bandiera verde, sempre con la pioggia. Martin comincia subito molto forte, bene anche Zarco, Morbidelli, Bezzecchi e Di Giannantonio. Fatica invece Bastianini.
- Tutti continuano a girare. Nessuno si ferma a cambiare gomme. Zarco fa il miglior tempo, mentre Bastianini recupera ma cade nel finale ed è eliminato. Bezzecchi ci prova ma è solo terzo, per cui si qualificano nel Q2 Zarco e Martin. Terzo Bez, poi Morbidelli e solo quinto Enea.
- Inizia il Q2 quando smette di piovere. Zarco è caldo dal Q1 e va subito in testa davanti a Marquez. Bene Binder e Oliveira, quinto Quartararo. Fatica Bagnaia nei primi passaggio.
- Nella seconda parte del Q2 Marquez è super e va in testa davanti a Zarco. Bravo Binder in terza piazza, poi Vinales, Martin e Aleix. Quartararo solo nono, Bagnaia non riesce mai ad accendersi ed è solo 12mo.

La statistica chiave

Marc Marquez torna in pole position. Gli mancava proprio dal Gran Premio del Giappone del 2019, 1071 giorni fa.

La dichiarazione

Marc MARQUEZ: "Sono molto contento. E' solo una pole, pure sul bagnato. Comunque è un ottimo stimolo per fare meglio e migliorare per il futuro. E' la prima volta che ho guidato come voglio io sul bagnato. Oggi festeggiamo, per domani sarà tutto molto diverso".

Il momento social

Il migliore

Marc MARQUEZ: In due gare raddrizza una stagione a dir poco fallimentare per Honda, che non era in pole da 21 GP. Su Marquez non ci sono molte parole da dire: si tratta di un fenomeno assoluto, un alieno sceso sulla terra per dominare. Appena ha l'occasione piazza la zampata e torna subito davanti. Quando sarà a posto fisicamente e la moto lo aiuterà, avrà tutte le carte in regola anche di brillare sull'asciutto.

Il peggiore

Enea BASTIANINI: Non bene oggi nel Q1 ed eliminato, ma il problema sostanziale rimane la caduta ieri nelle FP1 che gli impedisce di qualificarsi direttamente in Q2. Domani dovrà rimontare dalla 15ma piazza. Sarà dura, non ci voleva questo passo falso.

Fabio Quartararo, i numeri di un mondiale storico

Gran Premio del Giappone
MotoGP Giappone 2022: orari diretta tv e live streaming
19/09/2022 ALLE 13:52
MotoGP
Mondiale riaperto. Quattro piloti in lotta: chi ha più chance?
19/09/2022 ALLE 12:09