Valencia non è stata una domenica speciale solo per Joan Mir, che si è laureato campione del mondo della MotoGP, ma anche per Tony Arbolino che con uno splendido successo in rimonta a Valencia ha riaperto il Mondiale Moto3 mettendo fiato sul collo sul leader del campionato Albert Arenas. Quando manca una sola gara alla fine della stagione, il 20enne pilota di Garbagnate Milanese deve recuperare 11 punti da Arenas. Una missione complicata ma non impossibile. Ovviamente pesa come un macigno, purtroppo, l’assenza di Arbolino (che nel 2021 correrà in Moto2 con il team Intact GP) nel Gran Premio di Aragon, quando fu costretto a rimanere in quarantena solo perché aveva viaggiato sullo stesso aereo di una persona risultata positiva al Covid-19. Una beffarda ingiustizia, che rischia di costare cara. L’aritmetica però dice che tutto è ancora possibile. Già perché non ci sono solo Arenas e Arbolino a contendersi la corona iridata ma in lotta c’è anche il giapponese Ai Ogura, sempre piazzatosi ma mai capace di vincere una sola gara in questo 2020. Ma cosa deve accadere perché Arbolino si laurei campione del mondo? Ecco tutte le combinazioni...

Gran Premio del Portogallo
Enea Bastianini campione del mondo Moto2 se...
18/11/2020 A 16:46

Tony Arbolino vince il Mondiale Moto3 a Portimao se...

Vince la gara e Arenas arriva 4° o peggio.

Arriva secondo, Arenas chiude 8° o peggio e Ogura non vince

Arriva terzo, Arenas non fa meglio di 12° e Ogura non chiude la gara al 1° o al 2° posto

Arriva 4°, Arenas chiude il traguardo 15° o peggio, Ogura 6° o peggio

E in caso di arrivo a pari punti?

In questo caso, il titolo sarebbe di Arenas che ha vinto 3 gare (Arbolino potrebbe arrivare al massimo a 2).

Chi è Mir, il nuovo campione del mondo della MotoGP

Gran Premio del Portogallo
Le pagelle: Oliveira perfetto, Rossi no. Bravo Miller
22/11/2020 A 17:08
Gran Premio del Portogallo
Bastianini: "È il giorno più bello della mia vita!"
22/11/2020 A 13:48