Il Circus del Motomondiale torna dopo oltre 10 anni in Portogallo: teatro della 14a e ultima tappa del Mondiale MotoGP. L'ultima pole di questo 2020 va a Miguel Oliveira. Il portoghese sfrutta al meglio la conoscenza della sua pista di casa e coglie la prima pole position della sua carriera nella classe regina. A Portimao l'alfiere del team Tech3 fa il giro perfetto e domani partirà davanti a tutti. Miguel conosce tutti i segreti del circuito dell'Algarve: già dalle libere aveva messo in mostra un ottimo passo e fantastici crono, nel Q2 coglie il bersaglio grosso. Oltre alla prima pole, arriva per la prima volta in prima fila. Per domani non sarà facile, ma Oliveira ha già vinto in stagione e non parte battuto. Certo è che gli avversari sono agguerritissimi. Il primo è naturamente Franco Morbidelli.

Gran Premio del Portogallo
Moto2: Marini il più veloce nelle libere 2, Bastianini quinto
20/11/2020 A 17:06

Il Morbido prosegue il suo momento di grazia e si piazza al secondo posto, dopo essere partito dal Q1. Sembrava aver messo a segno il giro super, ma Oliveira nel finale è più bravo e giustamente è davanti. Chiude la prima fila il solito Jack Miller. Bravissimo l'australiano in qualifica, sempre costante e competitivo. Il problema per lui arriva sempre la domenica, dove non mai riesce ad essere in lotta per il podio.

Seconda fila aperta dal buon Cal Crutchlow, all'ultima qualifica della carriera. Il britannico sfrutta al meglio una Honda che qui in Portogallo è competitiva e batte Fabio Quartararo. E' abbastanza contento El Diablo dopo weekend difficili: Fabietto va forte con la sua Yamaha, anche se Morbidelli è più avanti e lontano. Sesto un grandissimo Stefan Bradl, vera sorpresa del weekend: il tester Honda a tratti è anche in pole, prima di essere battuto da diversi piloti.

Oltre a Morbidelli, gli italiani faticano. Dovizioso non va oltre la dodicesima posizione, terza Ducati in pista dopo Miller e Zarco, settimo in griglia. Peggio tutti gli altri. Bagnaia è 15mo, Rossi 17mo davanti a Petrucci. Ancora peggio va al nuovo campione del mondo Joan Mir, che non ne azzecca una e domani partirà solo 20.

Come detto, per domani è grande lotta e fare un pronostico è complicato. Le KTM sono in grande forma, come la Yamaha del Morbido. Yamaha 2020 invece non perfette, come la Ducati. Rins invece parte decimo, attenzione a lui e alla sua rimonta. Outsider invece le Honda.

I momenti chiave della qualifica

- Pronti via e Morbidelli fa subito un gran tempo nel Q1 davanti ad Aleix, ma successivamente al Morbido gli viene tolto il tempo. Secondo Binder, poi Crutchlow, Marquez e Rossi. Bene la Aprilia che sta davanti alla KTM di Binder. Bagnaia ottavo.

- Nel secondo tentativo ottimo tempo di Morbidelli, ma Crutchlow prende la scia e fa ancora meglio, issandosi in testa. Binder ci prova sino all'ultimo ma si ferma a un decimo dal Morbido. Quarto Aleix, poi Bagnaia, Marquez, Rossi, Petrucci, Savadori, Mir, Rabat e Kallio. Malissimo Joan Mir e autore di molti errori in questa Q1.

- Inizia il Q2 e dopo qualche tempo alto si inizia a girare forte. Morbidelli piazza subito la zampata mentre Quartararo sbaglia. Secondo Miller, poi Zarco, Viñales, Pol, Oliveira, Dovizioso e Bradl.

- Nel secondo tentativo migliorano un po' tutti. Bradl va forte, come Quartararo e Miller. Ma Morbidelli migliora ancora e torna in testa. Nel finale però un super Miguel Oliveira conquista la pole.

La statistica chiave

Settimo poleman di questa stagione. Prima pole in carriera per Miguel Oliveira, è anche la prima volta in prima fila per lui. La Suzuki coglie il mondiale senza aver fatto una pole in stagione. Non accadeva da 50 anni.

La dichiarazione

Franco MORBIDELLI: "E' stata una giornata movimentata. Questa mattina non avevo feeling con la moto e non riuscivo ad essere veloce. Abbiamo recuperato, adattandoci alla pista che è migliorata molto. Bene in FP4 e in Q1, alla fine ho lottato con Oliveira nel Q2. E' stata una bella qualifica".

Il tweet da non perdere

Il migliore

Miguel OLIVEIRA: Super pole position del portoghese che va fortissimo nel Gran Premio di casa e coglie una fantastica prima posizione. Dalle libere aveva un gran ritmo, riesce a mettere insieme un giro spettacolare e domani sarà davanti a tutti.

Il peggiore

Joan MIR: Un po' di rilassatezza ci sta dopo la vittoria del titolo. Comunque nel Q1 va veramente male e non ne azzecca una. Peggiore qualifica dell'anno, domani partirà ventesimo. Disastroso.

Valentino Rossi, verso l'infinito e oltre: la leggenda sempre sul podio da 25 anni

Gran Premio del Portogallo
GP Portogallo: Oliveira domina libere 1, Savadori 4°, Rossi 19°
20/11/2020 A 11:38
MotoGP
Mir, Rossi, Suzuki: le statistiche del folle 2020 in MotoGP
23/11/2020 A 16:20