E' Johann Zarco il poleman del Gran Premio del Portogallo, quinto atto del mondiale 2022 della MotoGP. Dopo tre sessioni di libere sotto la pioggia, finalmente si gareggia sotto il sole e le sorprese fioccano. Prima fila alquanto sorprendente, con il francese che precede Joan Mir e Aleix Espargaro.
Bravissimo il francese a sfruttare al meglio la sua Ducati e a portare a casa la sua prima pole stagionale in condizioni molto scivolose. Da notare che su cinque qualifiche di questo 2022, sono tre pole della Ducati, tutte ottenute dal team Pramac. Per lui comunque sarà dura domani, dato che da dietro sono in tanti a poter rimontare.
MotoGP
Toh, chi si rivede! Rossi atteso a Portimao per le qualifiche
22/04/2022 ALLE 13:50
Qualifica complicata, soprattutto nel Q1. Durante le qualifiche della Moto3 ha piovuto tanto, poi ha smesso e progressivamente il tracciatosi è asciugato. Nel Q1 però c'era un po' di umido e sono fioccate le cadute, soprattutto per chi ha rischiato le slick. A rimetterci sono stati Gardner, Fernandez, Bastianini solo 18mo in griglia, e Pecco Bagnaia, ultimo senza tempo. Gofree ha rischiato subito le slick, ma è stato vittima di un violento highside che lo ha scaraventato in aria e poi a terra sulla spalla. Non si conoscono ancora le sue condizioni, la botta è stata molto violenta. Certo è che per il suo mondiale questo proprio non ci voleva.
Con molti in crisi, ad approfittarne è Joan Mir che ottiene la miglior qualifica della sua carriera. Seconda la Suzuki davanti ad Aleix. Bravo e fortunato lo spagnolo dell'Aprilia, che sul bagnato ha faticato enormemente ma appena si è asciugato ha fatto un grande tempo che lo pone in prima fila domani.
Seconda fila aperta da Jack Miller, davanti a Fabio Quartararo che salva ancora una volta la Yamaha, dato che è l'unica M1 in Q2. Sesto un super Bezzecchi, primo degli italiani. Il Bez prosegue nel suo processo di apprendimento e si conferma ad altissimi livelli. Settimo un buon Alex Marquez, poi Luca Marini e Marc Marquez. Il Cabroncito cade ancora nelle libere, sbattendo violentemente la testa. Non sembra però aver avuto problemi a riguardo, semplicemente non è riuscito a dare il meglio su un asfalto molto scivoloso.
Per domani dovrebbe essere tutto asciutto, per cui sarà molto complesso per tutti, dato che nessuno ha provato il passo gara con le slick. Sarà come al solito una gara molto equilibrata.

La griglia di partenza

LA CLASSIFICA: Zarco, Mir, Aleix, Miller, Quartararo, Bezzecchi, Alex Marquez, Luca Marini, Marc Marquez, Pol, Oliveira, Binder.
ELIMINATI NEL Q1: Martin, Vinales, Di Giannantonio, Dovizioso, Nakagami, Bastianini, Morbidelli, Gardner, Savadori, Darryn BInder, Rins, Fernandez, Bagnaia.

La cronaca in cinque momenti

- Ha piovuto tanto durante le qualifiche della Moto3. Nel mentre però ha smesso e durante le FP4 della MotoGP l'asfalto si è pian piano asciugato. Tutti però hanno gareggiato con la rain e Oliveira sull'umido ha fatto il miglior tempo con un grande passo. secondo Miller, poi Bezzecchi, Morbidelli e Quartararo.
- Q1 che parte con tutti con le gomma rain tranne Nakagami e Gardner. Quest'ultimo però finisce subito a terra e quindi anche il giapponese torna ai box a rimettere le wet. Bagnaia però azzarda e, dopo un giro con le rain, mette quelle da asciutto ma anche lui cade e si fa male alla spalla. Il miglior tempo con le rain lo piazza Alex Marquez.
- A cinque minuti dalla fine in tanti mettono le slick. Soprattutto nel T4 le gomme da asciutto fanno la differenza. Tutti fanno ottimi tempo, ma il migliore è sempre Alex Marquez che si qualifica insieme al buon Luca Marini. Terzo Martin, poi Vinales. Cade Bastianini che è solo 18mo. Malissimo Rins, terz'ultimo. Bagnaia senza tempo.
- Q2 con tutti con le slick. Ogni giro i rider migliorano, ma il migliore nella prima fase è sempre Alex Marquez che, abituato dal Q1, riesce subito a partire fortissimo. Bene comunque Mir, Marini, Miller, Bezzecchi e Zarco.
- Nessuno decide di cambiare gomme ma tutti preferiscono continuare a girare. Zarco e Quartararo riescono a scalzare Alex Marquez e ad andare in testa. Quarto Miller, poi Marc Marquez. E' un festival di caschi rossi: Mir va davanti, poco dopo viene scalzato da Miller. Marc e Fabietto fanno il miglior tempo, ma nel Q4 c'era bandiera gialla per la caduta di Pol Espargaro. Per cui si arriva agli ultimi secondo con Johann Zarco che riesce a piazzare il miglior tempo davanti a Joan Mir e Aleix Espargaro, che riporta in alto la Aprilia.

La statistica chiave

Johann Zarco torna in pole dal Gran Premio del Sachsenring. Terza pole stagionale della Ducati, tutte ottenute dal team Pramac.

La dichiarazione

Aleix ESPARGARO: "Ho avuto un po' di paura. Era veramente scivoloso, bisognava manterene una grande concentrazione ma non era facile. Nel finale ho spinto tanto e ho ottenuto un grande risultato".

Il momento social

Il migliore

Johann ZARCO: Condizioni difficilissime per tutti, dato che c'era veramente poco grip. Il francese si porta a casa una pole fantastica grazie all'ultimo crono disponibile. Dopo le grandi prestazioni in qualifica di Martin, stavolta lo spagnolo si tira indietro e sbaglia. Ma la Pramac ha il francese che non delude.

Il peggiore

Alex RINS: Sono tanti i delusi, partendo da Martin, Bastianini o Bagnaia. Pecco però ha rischiato, Alex Rins invece no ed è addirittura penultimo, disperso nelle retrovie. Non ci ha capito molto in queste condizioni miste, per domani sarà dura ottenere un buon risultato.

Nadia, la moglie di Gresini che porta avanti il sogno di Fausto vincendo

Gran Premio del Portogallo
FP1, Marquez più veloce sul bagnato. 3° Bezzecchi, 14° Bastianini
22/04/2022 ALLE 10:38
Gran Premio del Portogallo
Marc Marquez striglia la Honda: "Non dovremmo essere così indietro"
24/04/2022 ALLE 19:08