Fabio Quartararo è il vincitore del Gran Premio del Portogallo, quinto atto del mondiale 2022 della MotoGP. Gara stupenda del francese, che domina in solitaria dal primo all'ultimo giro. Primo successo stagionale suo e della Yamaha che gli vale la leadership del mondiale insieme ad Alex Rins. Secondo Johann Zarco per la doppietta francese, chiude il podio Aleix Espargaro. Grande rimonta di Pecco Bagnaia che, infortunato alla spalla, chiude comunque ottavo mentre prima battuta d'arresto per Enea Bastianini, scivolato a metà gara e ora a 8 punti dal primato nel mondiale. Ora è tempo di dare i voti a protagonisti della gara di Portimao.
Fabio QUARTARARO (Yamaha, 1°) Voto 10 e lode: Sull'asciutto El Diablo ne ha di più degli altri a Portimao, lo aveva già dimostrato nel warm up della mattinata e lo conferma in gara. Parte a fionda e con un passo inarrivabile per gli altri, comanda dall'inizio alla fine. Poche storie, questo è un campione assoluto: quando la moto non lo assiste, come in quest'inizio di stagione, bada a raccogliere più punti possibili, mentre quando ha l'occasione porta a casa il bottino pieno con gli interessi. La sua Yamaha vola a Portimao, ma è lui che la guida al meglio, dato che le altre M1 sono lontane anni luce fuori dalla top ten. Ora c'è Jerez, pista che storicamente è amica della moto giapponese. Quartararo quindi può addirittura allungare per la generale.
Gran Premio del Portogallo
Quartararo e la Yamaha risorgono a Portimao. Bagnaia 8°, Bastianini out
24/04/2022 ALLE 11:54
Johann ZARCO (Ducati Pramac, 2°) Voto 8: Forse non avrà gli exploit di tanti altri riders più considerati, ma su di lui si può sempre contare. Si parla sempre di Martin e Bastianini per il futuro, lui zitto zitto legna tutte le altre Ducati. Weekend super per Johann che, dopo la grande pole, ottiene una sontuosa seconda piazza. Arriva comunque a distanza siderale dal connazionale vincitore.
Aleix ESPARGARO (Aprilia, 3°) Voto 7 e mezzo: Le cadute di Mir e Miller gli aprono le porte del podio, ma lo spagnolo è velocissimo e mette anche in grande difficoltà Johann Zarco per il secondo posto. Secondo podio stagionale, ormai ci ha fatto l'abitudine a stare in alto.
Alex RINS (Suzuki, 4°) Voto 7: Bene ma non benissimo. Il lato positivo è che, al momento, non cade più ed ancora in alto in classifica, tanto che si ritrova addirittura in testa al mondiale. Però anche oggi è lontano dalla leadership della gara e prende paga dal compagno di squadra, fino a quando sta in piedi. Comunque corsa sufficiente, anche perché è partito da lontanissimo.
Miguel OLIVEIRA (KTM, 5°) Voto 7: In ogni gara c'è sempre una KTM in alto in classifica. Oggi Binder si chiama fuori, così è Oliveira a tenere alto il nome della casa austriaca. Sul suo tracciato il portoghese, dopo una qualifica difficoltosa, si difende alla grande e chiude con una solida quinta posizione.
Francesco BAGNAIA (Ducati, 8°) Voto 9: GoFree fa una gara pazzesca, in fin dei conti la migliore di questa stagione. Partito ultimo, Francesco recupera pian piano e finisce addirittura ottavo al traguardo, battendo Pol all'ultimo giro. Una corsa di sofferenza, ma con ottimi crono costanti riesce a gareggiare in maniera grandiosa. Un vero peccato, un'occasione persa dopo l'errore di ieri. Il lato positivo è che Pecco sta bene e quindi può comunque fare bene settimana prossima.
Alex Marquez (Honda LCR, 7°) Voto 7: Primo weekend stagionale a buoni livelli per Alex e per il team LCR. Bene in qualifica, si difende in gara, combattendo a pari livello contro il più quotato fratello.
Enea BASTIANINI (Ducati Gresini, ritiro) Voto 5: Parte alla grande la Bestia e in pochi giri è ai margini della top ten. Sembra averne per passare anche le due HRC, ma si ritrova a terra dopo un lungo sul cordolo. Primo vero errore della stagione, che però pesa tantissimo nella generale.
Marc MARQUEZ (Honda Repsol, 6°) Voto 5 e mezzo: Corsa stranissima. Sembrava avere il passo per vincere o stare con Quartararo. Invece dal giro 1 fatica nelle retrovie, battendo le altre Honda solo nelle tornate conclusive. Passo indietro dopo la stratosferica gara di Austin.
Jaco MILLER (Ducati, ritiro) Voto 4: Erroraccio gravissimo. Poteva andare a podio e uscire vincitore dal duello con Martin che vale la moto ufficiale per il 2023. Invece commette un errore importante in curva 1 e coinvolge anche il povero Mir.
Jorge MARTIN (Ducati Pramac, ritiro) Voto 4: Ancora un altro, disastroso, weekend per Martinator. Terza caduta stagionale, troppi errori in quest'inizio di stagione per lui. Peccato, poteva sicuramente essere almeno nei dieci.

Bastianini: "Tuffi? Ero bravo, ma sognavo la moto non i Giochi"

Gran Premio del Portogallo
Marc Marquez striglia la Honda: "Non dovremmo essere così indietro"
24/04/2022 ALLE 19:08
Gran Premio del Portogallo
Stoico Bagnaia, da ultimo a 8° a Portimao: "Non avevo più forza"
24/04/2022 ALLE 18:44