Fabio Quartararo domina il Gran Premio del Portogallo, quinto atto del mondiale 2022 della MotoGP. Stratosferica gara del francese, che guida in solitaria dal primo all'ultimo giro rifilando distacchi siderali ai rivali. El Diablo trionfa per la prima volta in stagione e, complice i risultati degli altri, si ritrova clamorosamente in testa al mondiale.
Sull'asciutto El Diablo ne ha di più degli altri a Portimao, lo aveva già dimostrato nel warm up della mattinata e lo conferma in gara. Parte a fionda e con un passo inarrivabile per gli altri, comanda dall'inizio alla fine. Poche storie, questo è un campione assoluto: quando la moto non lo assiste, come in quest'inizio di stagione, bada a raccogliere più punti possibili, mentre quando ha l'occasione porta a casa il bottino pieno con gli interessi. La sua Yamaha vola a Portimao, ma è lui che la guida al meglio, dato che le altre M1 sono lontane anni luce fuori dalla top ten. Ora c'è Jerez, pista che storicamente amica della moto giapponese. Quartararo quindi può addirittura allungare per la generale.
Gran Premio del Portogallo
Bagnaia dolorante ma correrà il GP di Portimao: c'è ok dei medici
24/04/2022 ALLE 08:36
Doppietta francese davanti. Primo Quartararo, secondo Zarco. Il francese non parte alla grande dalla pole, ma con la sua Ducati rimonta e conquista la piazza d'onore. Bravo Johann a combattere e a resistere agli attacchi di Mir, Miller e Aleix, per prendersi il secondo podio della stagione. Terzo posto un ottimo Aleix Espargaro che si conferma ancora un volta a livelli altissimi. Grande risultato per la Aprilia, guidata in maniera super dallo spagnolo. Con questo podio Aleix si ritrova terzo nel mondiale a soli tre punti dalla vetta, presa da Quartararo in coabitazione con Alex Rins, quarto al traguardo e ancora un volta costante.
Tante sorprese e molte cadute a Portimao. Finiscono a terra Martin, Bagnaia, Nakagami e Binder, oltre al ritiro di Di Giannantonio. Ma soprattutto terminano nella ghiaia Miller e Mir, mentre erano in lotta per il podio. Jack, cercando il sorpasso in curva 1 per il terzo gradino del podio, scivola e trascina giù il campione del mondo 2020. Peccatissimo per l'australiano, incolpevole Joan che purtroppo perde un possibile terzo posto. Ne consegue che dietro molti riders guadagnano diverse posizioni. Quinto è Miguel Oliveira, davanti ai fratelli Marquez: se Alex chiude un weekend consistente con un settimo posto finale, delude invece Marc, che sembrava poter avere il passo per vincere ma invece si ritrova in grande difficoltà e termina solo sesto.
Giornata non semplice per gli italiani. Il migliore al traguardo è proprio Pecco Bagnaia. GoFree fa una gara pazzesca: partito ultimo, Francesco recupera pian piano e finisce addirittura ottavo al traguardo, battendo Pol all'ultimo giro. Una corsa di sofferenza, ma con ottimi crono costanti riesce a gareggiare in maniera grandiosa. Un vero peccato, un'occasione persa dopo l'errore di ieri. Il lato positivo è che Pecco sta bene e quindi può comunque fare bene settimana prossima. Peggio per gli altri: Bastianini finisce a terra e perde la leadership del mondiale, Marini e Bezzecchi, dopo una grande qualifica, naufragano nelle retrovie. Si salva Dovizioso, 11mo al traguardo dopo le tante cadute davanti, ancora pessimo Morbidelli.
Ora ci si trasferisce subito a Jerez, dove si correrà domenica.

L'ordine d'arrivo

La classifica in cinque momenti

- Pronti via e Mir parte a bomba insieme a Quartararo. Terzo Miller, poi Alex Marquez e Zarco che fatica in partenza. Sesto Aleix, poi OLiveira, poi Rins e Martin. Marc Marquez male in partenza e solo 11mo, ancora peggio per Marini e Bezzecchi, fuori dalla zona punti. Buono start per Bastianini che risale 5 posizioni, Bagnaia sempre indietro.
- Fabietto ne ha e passa Mir, portandosi in testa. Dietro anche Zarco recupera e passa in breve tempo Alex Marquez e Miller, salendo momentaneamente sul podio. Zarco si avvicina a Mir, mentre Miller quarto è in solitaria. Alex Marquez fa un po' da tappo e viene passato da Aleix Espargaro e Rins. Ottavo è Oliveira, poi Marc Maruqez, Pol e Bastianini 11mo. Bagnaia 15mo.
- Quartararo vola con due secondi di vantaggio sulla coppia Mir-Zarco. Quarto Miller in solitaria, poi Aleix, Rins, Oliveira che passa Alex Marquez, poi Marc e Pol. Purtroppo cade Bastianini, mentre Bagnaia risale sino alla 12ma posizione.
- El Diablo ha oltre tre secondi di vantaggio su Mir che è braccato da Zarco e Miller. Johann attacca la Suzuki e lo passa in curva 1, ma va lungo e Mir torna davanti. Zarco però ci riprova il giro dopo e passa Joan. Quinto sempre Aleix, poi Rins, Oliveira, Alex, Marc e Pol. Bagnaia sempre 12mo, gli altri italiani lontanissimi.
- Con Quartararo in testa e Zarco secondo, dietro succede l'incredibile. Miller attacca Mir in curva 1, ma scivola e trascina giù il rivale. Ne approfitta Aleix che si ritrova sul podio, attaccato da Rins. Ma la Aprilia va fortissimo, si stacca dalla Suzuki e attacca addirittura Zarco. Il sorpasso però non arriva. Vince quindi El Diablo davanti a Zarco e Aleix. Quarto Rins, poi Oliveira. Sesto alla fine Marc che passa Alex nel finale. Ottavo un grande Bagnaia, poi Pol e Vinales.

La statistica chiave

Johann Zarco diventa il pilota con più podi in MotoGP, sette, senza aver vinto un Gran Premio.

La dichiarazione

Aleix ESPARGARO: "Ho provato di tutto. Ho fatto una partenza non semplice e ho perso tempo con Alex Marquez. Poi ho cercato di ritornare sotto il più veloce possibile. Pensavo di riuscire ad arrivare secondo ma avevo la gomma posteriore distrutta. Ho comunque gareggiato con i migliori e sono contento".

Il momento social

Il migliore

Fabio QUARTARARO: Nel warm up sull'asciutto aveva messo in mostra il passo migliore, confermato in gara. Domina in lungo e in largo a suon di giri veloci e, con la caduta di Bastianini, si ritrova anche in testa al mondiale. Un'impresa fantastica.

Il peggiore

Jorge MARTIN: Ancora un altro, disastroso, weekend per Martinator. Terza caduta stagionale, troppi errori in quest'inizio di stagione per lui. Peccato, poteva sicuramente essere almeno nei dieci.

Bastianini: "Tuffi? Ero bravo, ma sognavo la moto non i Giochi"

MotoGP
Come sta Bagnaia? Dolore alla spalla, controllo medico prima della gara
23/04/2022 ALLE 17:59
Gran Premio del Portogallo
Marc Marquez striglia la Honda: "Non dovremmo essere così indietro"
24/04/2022 ALLE 19:08