Che finale! Che meraviglia! Che Ducati! La MotoGP comincia al meglio in Qatar con la solita gara inaugurale ricca di spettacolo. A tratti è sembrata una gara di Moto3, con un gruppetto di ben 9 piloti in vetta. A vincere però, come 12 mesi fa, è Andrea Dovizioso.
Grandissima gara del forlivese. Il Dovi parte in testa e ci rimane praticamente per tutta la corsa, solo il buon Rins si mette davanti per alcune curve nelle fasi centrali. Nel finale si ripete l'ormai leggendario duello con Marquez, ma l'italiano ne esce ancora vincente. La Ducati quindi ripete il successo di un anno fa quasi alla stessa maniera, mentre il Cabroncito e la Honda incassano una nuova sconfitta.

Andrea Dovizioso davanti a Marc Marquez nella bagarre per la vittoria del GP del Qatar, Getty Images

Credit Foto Getty Images

MotoGP
Dovizioso, Rossi, Marquez e il dualismo con Lorenzo: le 5 domande al Motomondiale 2019
07/03/2019 A 13:00
Marc Marquez ancora battuto nel duello corpo a corpo. Iniziano ad essere tante le sconfitte dello spagnolo contro l'italiano, che però conquista un buonissimo secondo posto in una pista tutt'altro che amica del Cabroncito. Chiude il podio il buon Cal Crutchlow che batte l'ottimo Rins.
Capitolo Yamaha. Solita grandissima, immensa, rimonta di Valentino Rossi. Il Dottore chiude la prima tornata in 13ma piazza, poi però riesce a risalire la china, terminando al quinto posto e vicinissimo al podio. Malissimo invece Maverick Viñales, che già in partenza fatica e termina settimo. C'è da lavorare, la moto comunque è lontana da Honda e Ducati, forse inferiore anche alla Suzuki.
LEGGI ANCHE: Dovizioso, non può ancora far festa. Sul reclamo per l'appendice deciderà la Corte d'Appello FIM

Tabellino

POSIZIONEPILOTAMOTODISTACCO
1Andrea DoviziosoDucati-
2Marc MarquezHonda+0.023
3Cal CrutchlowHonda+0.320
4Alex RinsSuzuki+0.457
5Valentino RossiYamaha+0.600
6Danilo PetrucciDucati+2.320
7Maverick ViñalesYamaha+2.481
8Joan MirSuzuki+5.088
9Takaaki NakagamiHonda+7.406
10Aleix EspargaroAprilia+9.636

I 5 momenti chiave della gara

- Pronti via e il Dovi va in testa davanti a Miller e Marquez. Quarto Crutchlow, poi Nakagami, Mir, Viñales, Rins. Rossi chiude il primo giro 13mo. Poco dopo problema alla sella per Miller che perde una decina di posizioni.
- Davanti prosegue in testa Dovizioso, ma sono in otto davanti tutti vicini. Benissimo le Suzuki, bravo anche Petrucci a risalire la classifica in breve tempo. Non bene Viñales che perde diverse posizioni e dopo sei giri è settimo davanti a Rossi e Morbidelli.
- Super Rins vola nelle prime fasi e va in testa, davanti al Dovi, Marquez, Rins, Petrucci, Crutchlow, Viñales e Rossi. Crolla Nakagami che esce dai dieci. Malissimo Lorenzo, fuori dai punti.
- Il ritmo si alza e davanti rimangono in sei. Perde terreno Viñales e Petrucci, Rossi rimonta sino alla quinta piazza, ma non riesce a lottare per il podio.
- Negli ultimi due giri si ripete il duello tra Dovizioso e Marquez, fatto di sorpassi e controsorpassi. L'italiano inizia la tornata finale avanti, ma il Cabroncito c'è e all'ultima curva prova il solito azzardo. Il Dovi però fa la solita manovra e lo ripassa. Vince Andrea, poi Marquez e il buon Cal Crutchlow.

La statistica chiave

Quinto duello corpo a corpo tra il Dovi e Marquez. Siamo 4-1 per l'italiano, che ha incassato l'unica sconfitta in Thailandia lo scorso anno.

Il tweet da non perdere

La dichiarazione

Andre DOVIZIOSO: "Gara davvero strana. Non avevo una strategia, ho solo pensato a gestire la gomma posteriore. Sono molto contento, non riuscivo a capire i miei punti positivi e negativi. Nel finale sono riuscito a battere Marquez".

Il migliore

Andrea DOVIZIOSO: gara condotta in maniera perfetta dal punto di vista tattico. L'ultimo giro è da cardiopalma, col Dovi che riesce ad avere la meglio di Marquez con la solita manovra all'ultima curva. Spettacolo. Stavolta la vittoria è tutta del pilota, dato che la Honda ha chiuso il gap con la Ducati in termini di motore.

Il peggiore

Jorge LORENZO: Che dire, c'è da lavorare. Ricorda il suo debutto in Ducati due anni fa. Non è facile debuttare su una moto simile e andare forte, però ci si aspetterebbe da lui almeno un piazzamento nei dieci, invece chiude mestamente 13mo.
Gran Premio d'Olanda
Quartararo, Bagnaia, Aleix, Zarco e Marini: le 5 domande
23/06/2022 A 18:50
Gran Premio d'Olanda
GP Olanda 2022: orari diretta tv e Live-Streaming
20/06/2022 A 13:46