Franco Morbidelli prosegue nel suo ottimo percorso e chiude al comando la terza sessione di prove libere del Gran Premio del Qatar, primo appuntamento del Mondiale MotoGP 2021. Come già accaduto per Moto3 e Moto2, anche la classe regina ha vissuto un turno del tutto interlocutorio. Con temperature di ben 37° gradi per quanto riguarda l'atmosfera, e addirittura 49° per l'asfalto, era pressoché impossibile pensare di andare a ritoccare i tempi fatti registrare nella FP2 disputata nella serata di ieri. Anche per questo motivo, quindi, i protagonisti della MotoGP sono scesi in pista lavorando in altre direzioni, rimanendo ben distanti dai limiti già fissati. Chi era nella top10, c'è rimasto senza alcun problema. Tra questi, spicca l'assenza di Joan Mir. Il detentore del titolo, quindi, dovrà rimboccarsi le maniche sin dalla Q1.

Morbidelli precede Aleix Espargaò e Luca Marini

La FP3 ha visto chiudere in vetta un Franco Morbidelli (Yamaha Petronas) che sembra davvero in forma smagliante, nonostante non disponga della M1 ufficiale, ma di una Spec-A. Il pilota romano ha fatto segnare il tempo di 1:54.676 con doppia gomma hard, distanziando di 165 millesimi lo spagnolo Aleix Espargarò (Aprilia) in 1:54.841, prima di cadere in curva 6 in chiusura di turno. Terza posizione per un sorprendente Luca Marini (Ducati Sky VR46) in grado di fermare le lancette sull'1:54.855 a 179 millesimi con doppia gomma soft, dando un ottimo segnale in questo suo primo appuntamento in carriera nella top class.
Gran Premio del Qatar
Valentino Rossi: "Contento. Volevo la top 10 e sono 9°"
26/03/2021 A 20:31

Quarto Rins, Quartararo completa la Top Five

Quarta posizione per lo spagnolo Alex Rins (Suzuki) in 1:54.914 a 238 millesimi (a sua volta con doppia soft), quinta per Fabio Quartararo (Yamaha) in 1:55.070 a 394 millesimi con doppia gomma hard e sesta per il campione del mondo in carica Joan Mir (Suzuki) in 1:55.077 a 401. Settima posizione per il nipponico Takaaki Nakagami (LCR Honda) in 1:55.085 a 409 millesimi, ottava per Maverick Vinales (Yamaha) in 1:55.103 a 427, nona per il tedesco Stefan Bradl (Honda) a 531, mentre completa la top ten il portoghese Miguel Oliveira (Red Bull KTM) a 585.

Valentino Rossi lavora in ottica gara

Undicesima posizione per un solido Danilo Petrucci (KTM Tech3) in 1:55.366 a 690 millesimi, quindi quattordicesimo Enea Bastianini (Ducati Avintia Esponsorama) in 1:55.784 a 1.108. Chiude sedicesimo (alle spalle di Jack Miller autore di una caduta ad inizio turno), invece, Valentino Rossi (Yamaha Petronas). Il Dottore ha lavorato solamente in ottica gara, pensando al consumo delle gomme e non al cronometro e chiudendo in 1:55.834 a 1.158 dalla vetta. Non va oltre la ventesima posizione Lorenzo Savadori (Aprilia) a 1.320, davanti a Francesco Pecco Bagnaia (Ducati) in 1:56.166 a 1.490 a sua volta concentrato sulla sua GP21 piuttosto che al time attack.
La MotoGP a questo punto entra ufficialmente nel vivo della sua giornata. Alle ore 17.20 tutti saranno nuovamente in pista per le FP4, quindi dalle ore 18.00 si passerà alle qualifiche con la Q1, mentre alle ore 18.25 scatterà la Q2 che andrà a decidere la griglia di partenza di domani. I piloti che eviteranno la prima fase delle qualifiche saranno: Miller, Bagnaia, Quartararo, Zarco, Rins, Vinales, Morbidelli, Aleix Espargarò, Rossi e Pol Espargarò.

Valentino Rossi, 42 anni di una leggenda non ancora sazia

MotoGP
Volano le Ducati di Miller e Bagnaia: 9° Valentino Rossi
26/03/2021 A 19:11
MotoGP
La MotoGP va in vacanza! Il borsino di questa prima parte di stagione
28/06/2021 A 22:30