E' Jorge Martin il poleman del Gran Premio d'Australia sul circuito di Phillip Island. Grande qualifica dello spagnolo del team Pramac, che sfrutta ancora una super Ducati per piazzarsi davanti a tutti. Il meteo è clemente e quindi si corre sull'asciutto. I tempi sono molto veloci e i distacchi risicati. Martin è quello più veloce e, senza scia, fa il miglior crono. Terza pole stagionale per lui, l'ennesima per la Ducati in stagione.
Secondo il Cabroncito di un nulla, solo 13 millesimi. Sta sempre meglio l'alieno di Cervera, lo si nota dal fatto che nel primo tentativo del Q2 salva la moto col gomito come ai vecchi tempi. Per il resto è il solito Marc Marquez, lesto a prendere la scia di Bagnaia e bravissimo a batterlo.

Pecco Bagnaia inseguito da Marc Marquez, GP Australia 2022, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Gran Premio dell'Australia
GP d'Australia 2022: orari diretta tv e Live-Streaming
10/10/2022 ALLE 15:10
Per Pecco quindi arriva la prima fila. GoFree è fortissimo, ma soprattutto è la lepre per tutti gli altri. L'italiano è costretto a tirare il mondo intero e alla fine è battuto da Martin, che però fa il giro da solo, e Marquez che come al solito è il migliore al mondo a fare anche questo.
Bene Bagnaia, gli avversari per il mondiale comunque sono lì. Aleix è quarto, aiutato dalla scia di Vinales nel tentativo decisivo anche se commette una minima sbavatura nel rettilineo finale. Quinto Quartararo, super nel portare in alto una Yamaha sempre in difficoltà nel veloce. Chiude la seconda fila un buon Zarco, anche lui in lotta per qualcosa di grosso domani.
Marini, Miller e Bezzecchi in terza fila, che confermano la solita supremazia Ducati con sei moto nelle prime nove posizioni. Chiude la top ten Rins.
Capitolo delusi. Non benissimo Vinales da cui ci si aspettava qualcosa in più della 12ma piazza in griglia. Ma la delusione maggiore è Enea Bastianini fuori nel Q1. Per la bestia una qualifica complicata, che lo porterà domani a partire in 13ma piazza. L'alfiere del team Gresini fatica, ma è anche penalizzato nel giro decisivo dalla presenza di Oliveira in traiettoria che lo ostacola. Per domani sarà dura: i rivali per il mondiale partono più avanti, lui sarà costretto alla rimonta. Out anche il rientrante Mir, disastroso Morbidelli penultimo.
Per domani sarà una bellissima lotta con sei piloti in grado di vincere, i sei che occupano le prime due file. La pista permette sorpassi anche a Quartararo, quindi El Diablo quinto non è battuto. La Ducati però è favorita, ma attenzione a Marquez che non ha nulla da perdere e può scompigliare le carte. Comunque sarà una gara di gruppo, come spesso è accaduto qui. Svegliarsi alle 5 ne varrà la pena.

Tabellino

CLASSIFICA: Martin, Marquez, Bagnaia, Aleix, Quartararo, Zarco, Marini, Miller, Bezzecchi, Rins, Alex Marquez, Vinales
ELIMINATI NEL Q1: Bastianini, Pol, Mir, Binder, Crutchlow, Darryn Binder, Gardner, Di Giannantonio, Oliveira, Fernandez, Morbidelli, Nagashima.

La cronaca in cinque momenti

- FP4 con un ottimo Zarco che, nonostante non sia in Q2, parte alle grande e fa ottimi tempi. Nel finale però il francese è battuto da un perfetto Vinales. Terzo Bezzecchi. Bagnaia fatica ma alla fine è quarto mentre Fabietto è sesto.
- Q1 che inizia con un buon Bastianini che si porta in testa, ma Enea successivamente è battuto da Zarco. Terzo Mir, poi Pol, Gardner e Oliveira. Lontano Rins.
- Seconda parte spettacolare di Q1 spettacolare. Pol parte subito a bomba e si porta in testa davanti a Mir. Le Ducati quindi sono fuori, ma Zarco è bravissimo e si migliora tornando davanti. La sorpresa è Rins che, prendendo la scia della Ducati Pramac del francese, si piazza in seconda posizione e si qualifica eliminando Bastianini terzo e penalizzato dal fatto che nel giro decisivo si trova in traiettoria Oliveira. Quarto Pol, poi Mir.
- Inizia il Q2 con Martin in testa davanti a Bezzecchi, Bagnaia, Marquez e Quartararo. Ma Pecco ne ha e fa il miglior tempo davanti alla Ducati Pramac e al buon Quartararo che guadagna momentaneamente la prima fila. Marquez salva una scivolata con il gomito come ai vecchi tempi, mentre Aleix è settimo. Delude Vinales nelle retrovie.
- Seconda parte di Q2 incredibile. In tanti si migliorano: bene Zarco, super Martin che si porta in testa e piazza la zampata. Bene Bagnaia secondo ma Marquez prende la scia di Pecco e fa ancora meglio ed è davanti. Aleix sfrutta la scia del compagno ed è quarto davanti a Fabietto.

Jorge Martin complimentato dal team per la 3ª pole position stagionale, GP Australia, Getty Images

Credit Foto Getty Images

La statistica chiave

Settima pole position per Martin in carriera, la terza stagionale.

La dichiarazione

Francesco BAGNAIA: "Sapevo che dovevo tirare io. La nostra velocità è altissima e ho fatto un gran tempo in qualifica. L'importante è andare forte e ce l'ho fatta".

Il tweet da non perdere

Il migliore

Jorge MARTIN: Bravissimo a fare il miglior tempo, straordinario dal fatto che lo fa senza grosse scie. Attenzione a lui per domani.

Il peggiore

Miguel OLIVEIRA: In dieci giorni passa dall'essere leader incostrastato a pilota in difficoltà e oggetto di enormi critiche. Si trova nel posto sbagliato nel momento sbagliato e porta Bastianini a non qualificarsi nel Q2. Un peccato, verrà quasi sicuramente penalizzato dalla Direzione gara.
MotoGP
🏍 Bagnaia a -2 da Quartararo: Pecco ora è favorito per il titolo?
03/10/2022 ALLE 14:13
Gran Premio dell'Australia
Bagnaia: "Felice per vetta. Dopo caduta Quartararo mi sono accontentato"
16/10/2022 ALLE 07:32