Si apre la domenica di corse del motomondiale con la gara della Moto3, finita tra le polemiche.
Gara condizionata dalle bandiere rosse. La prima è diciamo "soft", arriva per il brutto highside che coinvolge Salac, rimasto dolorante in traiettoria. La seconda è molto più grave, fortunatamente senza conseguenze, con il crash in pieno rettilineo tra Alcoba, Migno e Acosta, dovuta al cambio traiettoria in rettilineo di Oncu. I tre cadono ma si rialzano senza grossi patemi.
Gran Premio delle Americhe
Incidente pazzesco in Moto3: Acosta, Alcoba e Migno miracolati!
03/10/2021 A 17:22
Al termine di questa seconda bandiera rossa la gara viene interrotta del tutto e si riprende la classifica dopo il primo stop, dato che la "seconda gara" è durata meno di tre giri. A vincere quindi è Guevara, ma il modo in cui vince è a dir poco incredibile. Si perché Guevara corre da fenomeno fino a quando rimane in pista. E' sempre davanti dall'inizio, ma nella seconda corsa dopo il primo stop accusa un problema tecnico ed è costretto al ritiro. Ma fortunatamente per lui tutto viene annullato per la seconda bandiera rossa e quindi arriva il primo successo in carriera per lui.Festeggia anche Dennis Foggia, ancora una volta a podio e secondo. Terzo il buon McPhee, che era in testa prima della seconda bandiera rossa, dopo il ritiro di Guevara.
Ma alla fine il risultato sportivo oggi è messo un po' da parte, perchè tiene banco il tema sicurezza ancora una volta nel motomondiale. Se l'highside di Salac è cosa normale, quello accaduto nel secondo crash scatena tantissime polemiche, sia per la cattiva condotta di alcuni piloti in pista, sia perché si continua a correre in tantissimi in gruppo, tutti vicini, e quando uno cade nel mezzo è sempre un enorme brivido. Il fattaccio avviene al terzo dei cinque giri della mini gara spint: nel rettilineo lungo Oncu davanti chiude la strada ad Alcoba, che lo tocca con la ruota anteriore e finisce violentemente a terra. Dietro arrivano di gran carriera Andrea Migno e Pedro Acosta: i due volano in aria, con il primo che finisce pericolosamente in mezzo alla pista, ma viene evitato dal resto del gruppo. Peggio va ad Acosta, che va addirittura a sbattere contro il guard rail. Alla fine nessuno si fa male in maniera importante, solo un grande spavento. Tutto comunque è sotto investigazione. Almeno nessuno si è fatto male.
Ora si ritorna a Misano. Acosta, nonostante il crash, è "fortunato" perché si riprende la classifica della prima bandiera rossa e quindi Pedrito chiude ottavo e perde pochi punti su Foggia, che è in ritardo di 30. Con tre gare alla fine è un buon bottino, certo che questo Foggia sta avendo un ruolino di marcia eccezionale ed è un avversario da tenere sott'occhio.

L'ordine d'arrivo

La cronaca in 3 momenti

- Pronti via e Masia va in testa alla prima curva, poi Artigas, Guevara, Alcoba, Suzuki, Oncu, Migno e Foggia. Pedro Acosta rimane 15mo. Ma nel lungo rettilineo cambia tutto e Artigas torna davanti, poi Guevara e Masia. Artigas però viene penalizzato con due long lap per jump start.
- Artigas sconta i due long lap ed è 15mo. Davanti Guevara, poi Masia e Alcoba che provano a scappare. Quarto Foggia, poi Oncu, Migno e Binder. Acosta risale in 11ma piazza. Dennis riesce a ricucire sui primi tre e davanti sono in 11: Guevara comanda, poi Masia, Alcoba, Foggia, Oncu, Migno McPhee, Binder, Suzuki, Acosta e Nepa. Artigas più lontano. Dopo 7 giri arriva la bandiera rossa per la caduta di Salac, che rimane dolorante in traiettoria in curva 11. Si ripartirà quindi con Guevara davanti, poi Foggia, McPhee, Masia, Oncu, Alboba, Binder e Acosta ottavo in grande rimonta.
- Gara sprint con 5 giri da fare. Si riparte con Guevara primo, poi Oncu, McPhee, Foggia, Binder, Masia e Acosta. Nel rettilineo opposto però ricambia tutto e c'è grande caos tra sorpassi e controsorpassi. Ma nel secondo giro arriva il colpo di scena: problema tecnico per Guevara che rallenta ed è costretto al ritiro. Davanti quindi McPhee, poi Masia, Binder, Foggia, Oncu, Alcoba, Suzuki e Migno, mentre Acosta decimo fatica. Purtroppo nel lungo rettilineo arriva il nuovo crash tra Acosta, Migno e Alcoba. Piloti fortunatamente illesi, ma arriva la bandiera rossa. Vince Guevara davanti a Foggia. Acosta ottavo.

La statistica chiave

Prima vittoria in carriera per Izac Guevara. Quarto podio di fila per Dennis Foggia.

Il tweet da non perdere

Il migliore

Izac GUEVARA: Un po' fortunato, ma non ruba nulla. Fino a quando rimane in pista è sicuramente il migliore ad Austin. Poi accusa un problema tecnico ed è costretto al ritiro, ma con la classifica della prima bandiera rossa si ritrova vincitore.

Il peggiore

Deniz ONCU: Manovra scellerata, che poteva avere conseguenze di gran lunga più gravi. Merita di stare a casa qualche gara.

Valentino Rossi, le 10 vittorie più belle della carriera

Gran Premio delle Americhe
Rossi: "Giusto punire Oncu, due gare di stop è il minimo"
04/10/2021 A 08:22
Gran Premio delle Americhe
Bagnaia: "Sul podio ho pensato a Dean Berta Viñales. Ho dato tutto"
03/10/2021 A 21:42