Alex Rins VOTO 10: Super gara di Alex che parte decimo e trionfa. Prima vittoria stagionale per la Suzuki che si conferma moto più completa. Bravissimo Rins che risponde al meglio a tutte le critiche delle ultime settimane che vedevano il compagno ormai sempre più in rampa di lancio.

Gran Premio di Aragon
Vince Rins davanti a Marquez! Mir 3°, è in testa al Mondiale
IERI A 13:46

Alex MARQUEZ VOTO 9: Un mese fa era ultimo in griglia a Misano e penultimo al traguardo. Poi in otto giorni è successo il miracolo: a Le Mans, in condizioni particolari, è arrivato un podio stupendo, questo però vale cinque volte tanto. Sull'asciutto, contro delle super Suzuki, arriva un secondo posto stupendo. Attenzione a lui per questo finale di stagione: il fratello di Marc sta migliorando giro dopo giro, a bordo di una Honda finalmente in grado di andare forte senza il Cabroncito.

Joan MIR VOTO 8: Sempre costante lo spagnolo, stavolta però è battuto dal compagno di squadra. Podio comunque dolcissimo per Joan che si ritrova in testa al mondiale. Non ha ancora vinto in stagione Mir, ma comunque si ritrova a bordo di una moto stellare, competitiva in ogni situazione. La testa è quella giusta, può veramente puntare al bersaglio grosso.

Maverick VIÑALES VOTO 7: Top Gun parte bene, ma da metà gara in poi incassa le rimonte delle Suzuki e di Alex Marquez. Deve quinti arrendersi e chiude quarto. La scelta di partire con la soft alla fine si rivela vincente, dato che è lui a salvare la baracca in casa Yamaha. La notizia positiva è quella di aver recuperato punti su Dovizioso e Quartararo, per cui rimane in corsa per il mondiale.

Takaaki NAKAGAMI VOTO 8: Bravo il giapponese, mister costanza di questa stagione. Migliore moto indipendente al traguardo, supera Morbidelli all'ultima curva. Zitto zitto è quinto nella generale, unico sempre a punti nel 2020.

Franco MORBIDELLI VOTO 6: Gara "normale" per il Morbido. Ci si aspettava molto di più da lui guardando i tempi nelle libere e nel warm up. Ma come tutte le Yamaha in gara non conferma ciò che si è visto nei giorni scorsi e si deve accontentare della sesta piazza.

Andrea DOVIZIOSO VOTO 6: Salva il salvabile, poco altro. Parte 13mo, chiude settimo, fa il massimo con una moto non competitiva ad Aragon. E' la migliore Ducati al traguardo, ma per vincere il mondiale deve fare molto di più. Rimane in corsa per il titolo, a -15 nella generale.

KTM VOTO 5: Gara inspiegabile per la moto austriaca, tutte fuori dalla top ten. Pol addirittura sembrava poter lottare per il podio, invece dopo pochi giri crolla miseramente. Forse la moto non è più così competitiva come ad inizio stagione.

Fabio QUARTARARO VOTO 4: El Diablo sembrava favoritissimo per questa gara, ma dopo i primi ottimi giri crolla incredibilmente, finendo fuori dalla zona punti. Tra gomme e moto c'è stato un problema tecnico, impossibile giustificare in altra maniera questa assurda prestazione. Perde la leadership nella generale, avrà meno pressione il prossimo weekend.

Pecco BAGNAIA VOTO 4: Malissimo. Weekend assolutamente da dimenticare per Pecco. Sembra un po' in calo rispetto alle belle gare di Misano. Ad Aragon non ci ha capito molto e finisce a terra al terzo giro.

Dal braccio di Marquez all'amputazione di Bayliss: quando i piloti corrono contro il dolore

Gran Premio di Aragon
Vince Masia davanti a Binder! Quinto Fenati, nono Vietti
IERI A 11:01
MotoGP
Joan Mir e Alex Marquez: i due piloti che non ti aspetti
10 ORE FA