Bella gara, ricca di sorpassi dalla prima all'ultima curva, per la Moto3. Nel Gran Premio di Barcellona, settimo atto del mondiale 2021 della classe leggera, a vincere è Sergio Garcia, al secondo successo stagionale. Vittoria autorevole dello spagnolo, che batte in volata Jeremy Alcoba.
E' quest'ultimo il deluso del giorno. Alcoba sembrava il più forte di tutti, soprattutto nel T4. Ma all'inizio dell'ultimo giro Alcoba decide di non iniziarlo in testa e rallenta, forse troppo, e così Garcia passa davanti e ci rimane per tutta l'ultima tornata. Alcoba prova a risuperarlo ma non riesce nell'intento. Ci saranno polemiche per il rallentamento di Alcoba in rettilineo, manovra che ha scombussolato il gruppo e che ha creato un po' di pericolo.
Gran Premio di Catalogna
Rossi: "Grande delusione: la moto vibrava e mi superavano tutti"
06/06/2021 A 16:52
Chiude il podio Oncu, al primo podio in Moto3. In verità a tagliare per terzo il traguardo è Jaume Masia, ma la Direzione Gara gli toglie una posizione per essere andato sul verde all'ultimo giro. Così arriva il primo podio per il turco, mentre Masia è quarto.
Quinto Binder, poi Rodrigo e Acosta. Il leader del mondiale parte 25mo e prova subito a rimontare, chiudendo saldamente in top ten. In verità Pedrito poteva anche arrivare molto più in alto, ma nel convulso ultimo giro, con il rallentamento di Alcoba, ne risente e chiude settimo.
Giornata non semplice per gli italiani. Il primo in classifica è Antonelli ottavo, poi Nepa decimo e Fenati 11mo. Sfortunato Migno, coinvolto in un crash con Suzuki. Va ancora peggio a Dennis Foggia, coinvolto in un incidente con Sasaki all'ultimo giro. Crash bruttissimo con il giapponese che viene investito dalla moto dell'italiano e rimane a terra, comunque cosciente.
Ora una settimana di pausa, poi si va al Sachsenring in Germania. Per la generale Acosta mantiene un enorme vantaggio sulla concorrenza.

I 5 momenti della gara

- Pronti via e Rodrigo è in testa, poi Antonelli, Guevara, McPhee, Alcoba, Binder, Nepa, Masia e molti altri. Fenati 13mo, Migno 1mo, Acosta 21mo. Ma il rettilineo di oltre 1 km porta il gruppo a riunirsi in pochi metri.
- Garcia recupera dalle retrovie e si porta subito davanti insieme a McPhee, Rodrigo, Alcoba, Binder e Antonelli. Nepa crolla e in pochi giri è fuori dai punti. Fenati sale in decima piazza, Acosta rimane 16mo.
- Davanti vanno fortissimo e provano a fare selezione. A guidare tutti c'è Rodrigo, poi Binder, Garcia, Alcoba, Antonelli, Guevara e McPhee. Sono questi sette che sembrano avere qualche centesimo su tutti gli altri. Acosta arriva in top ten davanti a Fenati. Migno è subito dietro.
- A 12 giri dalla fine cade McPhee e la moto in mezzo alla pista viene presa anche da Suzuki e Migno. Con il crash il gruppo si ricuce e ne approfitta Pedro Acosta che torna tra i primi. Il leader del mondiale va addirittura in testa davanti a Garcia, Rodrigo, Sasaki, Binder, Guevara, Alcoba, Oncu, Toba, Fenati, Masia e Antonelli. Ma è un susseguirsi di sorpassi e controsorpassi, sfruttando la grande scia del rettilineo.
- Si arriva agli ultimi giri. Rodrigo è davanti, poi Garcia, Acosta, Toba, Guevara, Alcoba, Binder, Oncu e molti altri. Ultimo giro da brividi. Masia lo inizia davanti a tutti, poi Garcia e Alcoba. Guevara si stende, Garcia passa Masia e va davanti. Alcoba supera Masia e attacca Garcia, ma non riesce il sorpasso. Vince quindi Garcia, poi Alcoba, Masia, Oncu, Binder, Rodrigo, Alcoba settimo, poi Antonelli, Toba e Nepa. Foggia, Artigas e Sasaki sono vittima di un brutto crash in curva 8 e non tagliano il traguardo.

La dichiarazione

Denis ONCU: "Non riesco a parlare. Grazie a tutti quelli che mi hanno sostenuto in questi anni. Non ci riesco a credere".

Il momento social

Il migliore

Segio GARCIA - Successo meritato, soprattutto per come ha condotto l'ultimo giro. Sfrutta al meglio il brusco e vistoso rallentamento di Alcoba per iniziare davanti il giro finale, comandato senza grossi patemi. Nel finale resiste agli attacchi degli avversari e trionfa.

Il peggiore

Riccardo ROSSI - Dopo il podio di due gare fa, è crollato. Malissimo al Mugello, qui a Barcellona addirittura finisce a terra nel giro di ricognizione e così non prende parte alla corsa. Deve resettare e ripartire.

Marquez dall'inferno al ritorno: le tappe del suo calvario

Gran Premio di Catalogna
Moto2: domina Gardner davanti a Fernandez, 4° Bezzecchi
06/06/2021 A 13:24
Gran Premio di Catalogna
Pagelle: grandi Oliveira e Zarco, male Honda e Rossi
06/06/2021 A 12:51