Va in archivio il settimo atto del mondiale 2021 della MotoGP. Succede di tutto a Barcellona per il Gran Premio di Catalunya, tra sorpassi, cadute, colpi di scena e addirittura tute rotte.
A vincere, a sorpresa, è Miguel Oliveira. Il portoghese si conferma un super rider che, quando la moto lo assiste, non ha problemi a portare la KTM al successo. Miguel è super a tenere il ritmo di Quartararo ad inizio corsa, per poi attaccarlo e andarsene via. Nel finale resiste al ritorno di Zarco e conquista la terza gara in carriera, dopo le due dello scorso anno.
MotoGP
Il papà di Simoncelli: "Rossi? Il suo tempo è passato"
04/06/2021 A 07:52
La KTM torna in alto dopo un pessimo inizio di stagione. La casa austriaca, dopo i grandi risultati del 2020, tra Losail e Portimao è caduta nel baratro. Ma dal Mugello ha svoltato e ora si ritrova davanti a tutti, su una pista assolutamente completa come Barcellona. Una vittoria quindi totale, meritata.
Secondo posto per Johann Zarco. Sempre costante e ad altissimi livelli il francese, che parte guardingo ma poi cambia marcia e conquista una strepitosa seconda posizione. Nel finale prova a riavvicinarsi a Oliveira, ma i giri finiscono presto e così Zarco chiude secondo. Chiude il podio Jack Miller.
Ma dove è finito Fabietto Quartararo? Incredibile la gara del francese: El Diablo non parte forte, è troppo timoroso e in poche curve si ritrova quarto. Poi però cambia marcia e si riporta in testa. Ma Oliveira tiene il suo ritmo e così il francese non riesce a scappare. Anzi, accusa un clamoroso problema alla tuta, che gli si apre totalmente sul davanti. Quartararo corre oltre cinque giri col petto nudo di fuori, il problema lo deconcentra e perde tempo prezioso, facendosi passare da Zarco. Inoltre nel finale va lungo in curva 1, prendendosi una penalità di tre secondi che gli costa il podio ai danni di Miller e il sesto posto finale.
Quinto posto per Joan Mir. La Suzuki stavolta parte forte, ma nella seconda parte della corsa non ne ha per rimanere in lotta per il podio. Sesto Maverick Viñales, sempre anonimo in partenza. Dietro Pecco Bagnaia lontanissimo dai primi e davanti a Binder. Ancora peggio va a Franco Morbidelli, che parte male e si ritrova nono al traguardo, davanti a Bastianini. Tante le cadute. Finiscono a terra Marquez e Rossi, come Petrucci e Aleix.
In fin dei conti, per l'andamento della corsa, Fabietto Quartararo incassa il sesto posto mantenendo 14 punti di vantaggio su Zarco nella classifica piloti, mentre Miller e Bagnaia sono dietro. Ora comunque si va al Sachsenring, pista di solito teatro dell'assolo di Marc Marquez, ma ora sarà tutto diverso.

L'ordine d'arrivo

La cronaca in 5 momenti chiave

- Pronti via e Miller va in testa davanti a Quartararo e Oliveira. Poi super Mir va quarto, Aleix, Zarco, Viñales, Binder, Marquez e Bagnaia. Male Morbidelli.
- Quartararo sbaglia e si fa passare da Oliveira. Miguel ne ha e si porta addirittura in testa. Secondo Miller, Fabietto in crisi si fa passare anche da Mir e Aleix. Sesto Zarco, poi Marquez, Viñales, Bagnaia e Binder decimo.
- Dopo sei giri Quartararo cambia ritmo e in poche curve torna secondo dietro a Oliveira. Terzo va Mir, poi Miller. Quinto Zarco, poi Aleix, Marquez, Viñales, Binder e Bagnaia. El Diablo accelera e in quattro giri si riattacca al portoghese leader. Cadono Aleix e Marquez.
- Quartararo passa Oliviera, che però non ci sta e ritorna davanti. Terzo Mir, poi Zarco supera Miller e va quarto. Sesto Viñales, poi Bagnaia, Binder, Lecuona e Morbidelli decimo. Cade Valentino Rossi. Zarco ne ha e supera anche Mir, salendo sul podio virtuale. La Suzuki del campione del mondo fatica e anche Miller lo passa. Viñales invece si riavvicina ai primi cinque. Cade Lecuona, Bastianini sale in top ten.
- Si arriva agli ultimi giri. Oliveira rimane saldamente in testa davanti a Quartararo. Zarco terzo, poi Miller, Mir e Viñales. A tre giri dalla fine il colpo di scena: si rompe la tuta di QUartararo! Fabietto gareggia con la tuta aperta, col petto nudo fuori. Va in crisi il francese che si fa passare da Zarco e prova a resistere su Miller. Vince Oliveira, poi Zarco. Quartararo taglia la prima curva e viene penalizzato, quindi sul podio va Miller. . Poi Mir e Viñales. Settimo Bagnaia, poi BInder, Morbidelli e Bastianini.

La statistica chiave

Quattro vincitori diversi con quattro marchi diversi nelle ultime quattro gare corse qui a Barcellona. Hanno vinto Ducati con Lorenzo, Honda con Marquez, Quartararo con Yamaha e ora Oliveira con KTM.

La dichiarazione

Johann ZARCO: "SOno contento, è stata una bella gara. Ho perso un po' di tempo per superare Jack Miller. E' stato bello riuscire a controllare tutto. Negli ultimi due giri sono stato fortunato per il problema a Fabio".

Il momento social

Il migliore

Miguel OLIVEIRA: Che gara del portoghese! Incredibile corsa di Miguel che resiste con Quartararo, sfrutta i suoi problemi e trionfa praticamente in solitaria.

Il peggiore

HONDA: Fa quasi tristezza vedere una casa di queste dimensioni e con questa storia nella classe regina, trovarsi in una situazione simile. Pol caduto dopo poche curve, Marquez ancora a terra, Alex e Nakagami nelle retrovie. Un disastro assoluto, il peggiore della sua storia.
MotoGP
Ducati fornirà le moto a VR46 e team Gresini
31/05/2021 A 15:40
Gran Premio d'Olanda
Rossi: "Sarà difficile che io gareggi il prossimo anno"
14 ORE FA