Fabio Quartararo ha vinto in scioltezza il Gran Premio di Catalogna 2022, nono appuntamento della stagione di MotoGP. Trattasi del 25esimo podio in top class, il quinto quest’anno per il centauro transalpino sempre più leader del Mondiale complice l’incredibile gaffe odierna di Aleix Espargaró.
Il pilota iberico ha esultato quando mancava un giro al termine della gara, regalando la piazza d’onore al connazionale Jorge Martin; completa il podio l’altro alfiere della Pramac Racing Johann Zarco. Per Martin è il sesto podio nel massimo circuito motoristico, risultato che lo proietta al dodicesimo posto in classifica (-96 da Quartararo).
Gran Premio di Catalogna
Pagelle: Quartararo infallibile, harakiri Aleix, Bastianini flop
05/06/2022 ALLE 16:01
Queste le parole dello spagnolo al parco chiuso: “E stata una stagione difficile e lunga, comunque la seconda posizione oggi è un grande risultato. Nelle ultime gare sono andato male ma sapevo di esserci e di essere sempre lo stesso Martinator. Questa gara è stata quasi perfetta, avevo un gran passo, faticavo un po’ dietro ad Espargaro, cercavo di superarlo. Grazie a tutto il pubblico, andrà ancora meglio la prossima volta”.
Due francesi dunque sul podio; felice il centauro della Pramac: "Non ci credo ancora che Aleix abbia commesso quell’errore. Sono molto contento di essere riuscito a prendere un podio, non ci speravo quasi più. Sin dalla partenza sono andato piuttosto bene, sono riuscito ad evitare l’incidente causato da Nakagami riuscendo a recuperare qualche posizione. Sono riuscito a superare Pol Espargarò e mi sono riportato sul gruppetto di testa. Ho fatto di tutto per riportarmi su di loro – ha continuato il terzo classificato – ma non ci sarei riuscito. Mi sono sentito anche un po’ frustrato in certi momenti, ero l’unico con la Hard al posteriore e mi mancava velocità anche sul finale dove avrei dovuto avere un vantaggio".
Al settimo cielo, infine, Quartararo, che si gode la straripante vittoria. "Mi sentivo bene e l’ho capito sin dalla partenza. Volevo essere primo in curva 1 e da li in poi è andata come volevo. Ho vissuto una bellissima gara e la moto andava alla grande. Non direi che ho controllato, ho spinto sin dal via per poi vedere come andava la gomma posteriore. Da quel momento ho gestito il vantaggio. Mugello e Montmelò dovevano essere due gare difficili per me, invece ho fatto un secondo ed un primo posto, bene così".
Non ho mai guidato cosi bene in MotoGP. Ho una confidenza in frenata con la moto che fa la differenza come si è visto oggi. Ho potuto correre sempre davanti e senza intoppi, ne sono davvero felice. Siamo partiti venerdì con diverse difficoltà e invece in gara ho vinto con ampio margine. Non ho spinto al massimo, avevo ancora 2-3 decimi nel taschino ma vedevo che il vantaggio aumentava comunque per cui non ho voluto forzare.
Infine, sul suo rinnovo con Yamaha: "C’è stata la possibilità che me ne andassi, ma la decisione ormai l’ho presa da una mese. Ho voluto parlarne in famiglia, prendermi un po’ più di tempo per analizzare il progetto del prossimo anno. Mi ha conquistato e la firma è arrivata inevitabile".

Nadia, la moglie di Gresini che porta avanti il sogno di Fausto vincendo

Gran Premio di Catalogna
Bastianini: "La moto vibrava a sinistra e saltava in curva"
05/06/2022 ALLE 15:13
Gran Premio di Catalogna
Bagnaia: "La caduta? A Nakagami si è chiuso il cervello"
05/06/2022 ALLE 14:57