In questa nuova, pazza, stagione della MotoGP, anche Le Mans è gara non per deboli di cuore. Succede di tutto sul celebre tracciato, finalmente non condizionato dal maltempo. Splende il sole in Francia, sorride tantissimo a Maverick Viñales. Lo spagnolo torna al successo: una vittoria che vale tantissimo per il morale, ma soprattutto per la classifica. Marquez cade a metà corsa, Valentino finisce a terra all'ultimo giro. E così Maverick taglia il traguardo per primo, allungando in maniera importante nel mondiale.
Doveva essere un trionfo per la Yamaha, alla fine lo è stato a metà. Grande, grandissima gara del Dottore, che per larghi tratti scruta da lontano Viñales e Zarco, per poi attaccarli nel finale. Rossi riesce nel fantastico sorpasso su Top Gun, andando in testa all'ultimo giro. Poi nella tornata finale arriva l'incubo: prima va lungo facendosi ripassare dal compagno di squadra, tre curve dopo termina a terra. Uno zero importantissimo, clamoroso, un errore non certo da Valentino. Un gran peccato.
Quindi vince Vinales davanti al fenomenale Zarco. Johann prova l'azzardo partendo con le morbide, va subito in testa per rimanerci a lungo. A metà gara Viñales lo passa, ma lui rimane li, vicinissimo alle ufficiali. La caduta di Rossi nel finale gli regala il secondo posto. Chiude il podio Pedrosa che, zitto zitto, dal 13mo posto arriva terzo, mettendosi al secondo posto nel mondiale. Tante cadute: oltre a Rossi anche Marquez finisce out. Quarto quindi Dovizioso, poi Crutchlow e Lorenzo.
MotoGP
Biaggi "Ricordo più positivo che negativo su Valentino Rossi"
03/12/2021 A 13:35
E così Rossi lascia la Francia e la leadership nel mondiale. Di buono c'è una corsa fantastica, con una Yamaha ultra competitiva, lontana parente di quella di Jerez. Ma questo risultato pesa tantissimo, soprattutto è una sbavatura non certo dal Dottore. Il lungo ci sta, l'errore finale è dovuto alla troppa foga di voler recuperare la prima piazza. Ora c'è il Mugello, non si può sbagliare.

La classifica

POSIZIONEPILOTASQUADRADISTACCO
1Maverick ViñalesYamaha-
2Johann ZarcoYamaha+3.134
3Dani PedrosaHonda+7.717
4Andrea DoviziosoDucati+11.223
5Cal CrutchlowHonda+13.519
6Jorge LorenzoDucati+24.002
7Jonas FolgerYamaha+25.733
8Jack MillerHonda+32.603
9Loris BazDucati+45.784
10Andrea IannoneSuzuki+48.332

I 5 momenti della gara

- Pronti via e Zarco va in testa, poi Viñales, Marquez e Rossi. Il Dottore però passa subito Marc, andando al terzo posto. Le Yamaha dettano subito il ritmo e allungano sugli altri. Quarto Marquez, poi Crutchlow e Dovizioso. Settimo un ottimo Pedrosa, Redding, Miller e Lorenzo.
- Al settimo giro Viñales rompe gli indugi e passa Zarco. Il francese ha le morbide e tutti si aspettano un calo delle sue prestazioni. Invece Johann rimane attaccatissimo allo spagnolo leader, con Rossi che terzo. Si fermano Petrucci e Redding, quarto sempre Marquez, poi Pedrosa, Dovizioso e Crutchlow.
- Giro 16 e Marquez va a terra. Caduta importantissima, avvenuta praticamente in rettilineo.
- Quando mancano 8 giri Valentino aumenta i giri e supera Zarco. Parte l'attacco del Dottore a Viñales e il sorpasso arriva alla 25ma tornata con una manovra fantastica.
- Si arriva al giro finale con Rossi davanti a Viñales. Ma il Dottore prima va lungo e si fa passare da Maverick, qualche metro dopo finisce a terra, buttando via il secondo posto. Top Gun ringrazia, Zarco e Pedrosa pure.

La statistica chiave

Sono 500 le vittorie della Yamaha nel motomondiale. Zarco al primo podio in carriera in MotoGP.

Il tweet da non perdere

Il migliore

Maverick VIÑALES: Chi vince ha sempre ragione, chi non cade è sempre migliore di chi non taglia il traguardo. Inutile dire che la meritava Rossi la vittoria: il Dottore è caduto, Viñales no. Lo spagnolo fa una grande corsa: prima all'inseguimento di Zarco, poi leader della gara. Nel finale duella con Valentino fino al successo. Una vittoria importantissima, che lo pone come favorito per il mondiale.

Il peggiore

Marc MARQUEZ: Dopo la buona prestazione di Jerez, la Honda incassa la sconfitta di Le Mans. Marc prova a limitare i danni, ma mentre Pedrosa va a podio, il Cabroncito finisce a terra a metà gara prendendosi uno zero gravissimo in ottica classifica. Questa MotoGP è difficilmente decifrabile, dove in una gara domina una moto, due settimane dopo stravince l'altra. In questa maniera chi sbaglia di meno porta a casa il bottino grosso, lui sta facendo troppi errori.
MotoGP
Rossi: “Correrò in GT o in WEC. Non vedo l’ora di diventare papà”
01/12/2021 A 14:27
MotoGP
Razali: "Uno sbaglio ingaggiare Valentino. I giovani sono più veloci"
30/11/2021 A 13:26