Non può che sorridere Francesco Bagnaia dopo aver chiuso in vetta le prime due sessioni di prove libere del Gran Premio di Germania, decimo appuntamento del Mondiale di MotoGP 2022. Sul tracciato del Sachsenring il portacolori del team Ducati Factory ha messo in scena una progressione notevole tra FP1 e FP2, piazzando la migliore prestazione nel corso del pomeriggio e confermando di essere pronto per un weekend da protagonista.
Nel venerdì teutonico il pilota torinese è andato a migliorare tornata dopo tornata, fino ad arrivare ad un eccellente 1:20.018, (nuovo record della pista) confermando che la Ducati si stia trovando bene anche sul tortuoso lay-out del Sachsenring e, nel suo caso, che “Pecco” stia provando in ogni modo a mettersi alle spalle la caduta al via del Montmelò, per dare il via ad una seconda parte di campionato da assoluto protagonista, e ancora pronto per lottare per il titolo.
Gran Premio di Germania
Bagnaia: "Caduta inspiegabile, mi girano le scatole"
19/06/2022 A 14:24
Il suo commento al termine del venerdì del Sachsenring ai microfoni di Sky Sport:“Considerando quanto ero in difficoltà al termine della FP2 di un anno fa, quando ero addirittura ultimo in classifica, oggi è stata subito una buonissima giornata. Sin dai primi giri della FP1, infatti, ho iniziato a spingere al massimo e mi sono subito sentito bene, trovandomi nella classica situazione ideale nella quale non voglio mettere mano a nulla sulla mia moto. Tutto ha funzionato al meglio e, di conseguenza, possiamo concentrarci solamente sulla scelta delle gomme. Media e dura vanno bene entrambe, ma hanno pro e contro, per cui sarà da valutare nel migliore dei modi la scelta”.
Francesco Bagnaia prosegue nella sua analisi:“Oggi pomeriggio mi sono trovato bene anche in condizioni di maggiore caldo, contando che domani e domenica la situazione si farà ancor più rovente, per cui il lavoro svolto sarà davvero prezioso per il prosieguo del weekend. La GP22 risponde bene e, sin dall’anno scorso, il percorso messo in atto per migliorare il comportamento della moto in curva sta andando nella giusta direzione. Ora abbiamo perso un po’ di velocità di punta, ma la moto gira benissimo e oggi se ne sono visti i risultati. In vetta alla classifica ci sono tante Ducati, se pensiamo alle scorse annate, il passo in avanti è notevole”.

Marini: "Finalmente mi sento bene in moto"

Miglior venerdì della carriera per il momento in MotoGP da parte di Luca Marini, che ha chiuso addirittura in seconda posizione nella classifica combinata la prima giornata di prove libere del Gran Premio di Germania 2022, decimo atto stagionale del Motomondiale. Il fratello di Valentino Rossi si è inserito alle spalle di Francesco Bagnaia per 115 millesimi, dimostrandosi comunque molto competitivo sul giro secco al Sachsenring.
La cosa che mi rende più felice è che abbiamo trovato una buona base. Di setting adesso mi sento davvero bene con la moto finalmente e posso guidare forte, come mi piace, e divertirmi. Sto andando forte su diverse piste, questo è importante. Spero di continuare così anche nei prossimi giorni e ad Assen, per poi ricominciare bene dopo la pausa estiva“, dichiara Marini ai microfoni di Sky Sport.
La Ducati in questi ultimi anni ha fatto un lavoro incredibile. Se è mancato il podio qui nelle ultime stagioni è stato anche per un po’ di sfortuna. Quest’anno saremo in tanti a provarci ed è bello sapere che la nostra moto è competitiva dappertutto. È un ottimo modo per iniziare il weekend sapere di avere un bel potenziale“, aggiunge il 24enne nativo di Urbino.
Hanno portato delle gomme un po’ strane qua, ma stanno funzionando bene. La posteriore dura è uguale al 2021 e penso che quella sarà la scelta di tutti per la gara. Abbiamo poi una gomma molto morbida che ci permette di fare dei gran tempi, però è divertente così. Magari davanti si può essere un po’ indecisi tra la media e la hard”, spiega il centauro del Team Mooney VR46.
Sui grandi progressi delle ultime gare:Nelle ultime settimane siamo migliorati sotto ogni punto di vista. Per prima cosa il feeling, ora mi sento davvero bene. Porto avanti il lavoro fatto l’anno scorso ma sono anche riuscito anche a portare la moto dalla mia parte. Riesco a guidare in maniera più naturale e questo è fondamentale per andare forte. Ho una buona fiducia sul davanti, anche se mi manca ancora qualcosa a centro curva rispetto ad altri piloti Ducati”.
Per quanto riguarda la velocità in rettilineo abbiamo fatto un passo avanti soprattutto nell’impennata in uscita di curva. Adesso vado molto meglio, non impenno più molto. Comunque ancora mi manca qualcosa, la carena è sempre quella piccolina e sto aspettando quella nuova che potrebbe arrivare dopo la pausa estiva. Spero che mi possa dare una mano, perché anche qui al Sachsenring perdo 6-7 km/h dalle altre Ducati“, conclude l’azzurro.

Bastianini in esclusiva fra MotoGP, Ducati, Rossi, Sic e tuffi

Gran Premio di Germania
Pagelle: Quartararo cannibale, Bagnaia voto 4. Grande Zarco
19/06/2022 A 13:55
Gran Premio di Germania
Quartararo: "Gara masacrante, sono stanco ma felice"
19/06/2022 A 13:47