Nell'inferno totale degli ultimi giri di Silverstone, GP di Gran Bretagna, Dennis Foggia esce trionfatore e torna alla vittoria (sua e di un italiano) in Moto3. Gara eccellente dell'azzurro, che prima tenta di allungare, poi viene risucchiato dal gruppone impegnato nella solita eterna bagarre scivolando fino all'ottavo posto, ma all'ultimo giro risale in cattedra e vince il corpo a corpo finale contro le KTM di Jaume Masia (secondo) e Deniz Oncü (terzo).
Chi finiscono arsi dalle fiamme nelle ultime battute della gara sono invece i due piloti del team GasGas e principali contendenti del campionato, ma né il leader Sergio Garcia né il rivale e compagno di team Izan Guevara raggiungono il traguardo: il primo viene steso da Sasaki a tre giri dal termine, il secondo invece finisce a terra dopo un contatto con Ivan Ortolà, fino a quel momento in gran rimonta. Bottino pieno dunque per il 21enne romano, che mantiene così vivo il sogno Mondiale, riducendo il gap dalla coppia di testa a -42 e -39 punti.
Gran Premio di Gran Bretagna
Aleix Espargarò, dietro al 9° di Silverstone c’è un tallone fratturato
08/08/2022 ALLE 15:39
Tanti ritiri nel finale infuocato tra i protagonisti del Gran Premio britannico. Oltre a Sasaki - uscito in barella e portato immediatamente al centro medico, fortunatamente è cosciente ma si teme per un grave infortunio - ai due del team GasGas e Ortolà, ne fanno le spese all'ultimo giro anche David Muñoz (terzo in quel momento dopo aver scontato un long-lap penalty) e l'altro pilota del team Leopard, Tatsuki Suzuki, compagno di squadra di Foggia.
Ne approfitta così Stefano Nepa, che nonostante una gara poco propositiva riesce a conquistare una notevole quinta piazza alle spalle di Kaito Toba, concedendosi il miglior risultato della stagione ed eguagliando il proprio career best. Dietro all'abruzzese il pole man Diogo Morerira: il brasiliano convince soltanto allo start, ma pecca ancora di esperienza nell'intera corsa. Graziato dalle cadute davanti pure Andrea Migno, che ritrova la top-10 (nono). Delude Riccardo Rossi, partito quarto e solo quattordicesimo al traguardo con un passo decisamente più lento rispetto ai migliori e sempre in fondo al plotone di testa.

La classifica del GP Gran Bretagna

La cronaca in 6 momenti chiave

- PARTENZA: Izan Guevara va all’attacco di Moreira alla terza curva e si porta immediatamente in testa nonostante un ottimo spunto del brasiliano in avvio. Perdono posizioni tutti gli italiani scattati nelle prime file. Dopo un primo giro tutto in testa per il secondo in campionato, comincia la lunga bagarre.
- GIRO 6/18: bagarre tra Guevara, Oncü e Suzuki per il primo posto, mentre Sasaki perde terreno dopo un avvio scatenato; poi McPhee rimonta e si inserisce nella battaglia stravolgendo la gara. Ne approfitta anche un fino a quel momento guardingo Dennis Foggia, portandosi al comando per qualche curva. Risale Masia (sesto), Garcia resta intruppato in ottava posizione. C’è un plotone di 21 piloti nel gruppo di testa!
- GIRO 11/18: Dennis Foggia tenta la fuga! Scava un piccolo solco tra lui e il gruppone di testa guidato dal compagno di team Suzuki. Continua la rimonta di Muñoz, terzo nonostante un long-lap penalty, in bagarre con Oncü e Sasaki. Guevara sprofonda in decima posizione, mentre il rivale e compagno di squadra Garcia si attesta attorno all’ottava.
- GIRO 14/18: Foggia viene ripreso ma cerca comunque di fare gara in testa, in lotta con Suzuki, Masia, Muñoz, Ortolà (risalito dal 18° posto in griglia) e Sazaki. L’azzurro viene risucchiato al giro successivo. Continua la lotta tra i contendenti per la leadership della classifica Garcia e Guevara, con il primo in crescita e risalito fino al quinto posto, mentre il secondo continua ad essere in difficoltà.
- GIRO 16/18: Garcia viene steso da Sasaki! Stacca troppo lungo il giapponese della Husqvarna (portato via in barella cosciente), che centra il leader del campionato. Guevara, in difficoltà fino a quel momento, deve soltanto gestire per arrivare al traguardo e salire in vetta alla classifica.
- ULTIMO GIRO: Anche Guevara finisce per terra dopo un contatto con Ortolà! Masia e Foggia tornano in testa seguiti da Muñoz, che però cade alla terzultima curva, l’azzurro ha la meglio nell’assalto finale e torna alla vittoria, riaprendo il Mondiale. Secondo Masia, terzo Oncü. Caduto anche Suzuki tra i piloti in testa.

La statistica chiave

Si spezza il digiuno tricolore in Moto3: dopo le prime due vittorie del campionato targate Andrea Migno e Dennis Foggia, quest'ultimo fa risuonare l'inno di Mameli nella classe minore dopo nove Gran Premi.

Dennis Foggia

Credit Foto Getty Images

La dichiarazione

Dennis FOGGIA (Honda Leopard Racing): "Sono tornato al podio con una vittoria ed era il nostro obiettivo. Sono tornato finalmente dopo una prima parte di stagione sfortunata. L’ultimo giro è stato incredibile, ho dato il mio meglio. È stato incredibile".

Il momento social

Il migliore

Dennis FOGGIA: doveva dare un segnale per il campionato al ritorno dalla lunga sosta, dopo aver collezionato un solo podio e tanti ritiri finora in estate. Lui e la Leopard oggi dimostrano di averne di più, e una volta capito che sarà l'ennesima battaglia all'ultima curva gestisce i giri con la maturità di un veterano della Moto3.

Il peggiore

Izan GUEVARA: non è giornata per il diretto inseguitore in classifica. Anche se incolpevole nella caduta, la palma del peggiore va a lui poiché sprofonda e non riesce più ad essere competitivo una volta risucchiato dal gruppo dopo un prepotente avvio. Se Garcia non fosse stato messo al tappeto, avrebbe pagato diversi punti in graduatoria.

7 italiani, 5 rookie e 8 Ducati in pista: i piloti della MotoGP 2022

Gran Premio di Gran Bretagna
Pagelle: Pecco finalmente maturo, Viñales ritrovato, Quartararo delude
07/08/2022 ALLE 16:39
Gran Premio di Gran Bretagna
Vietti perde la vetta in Moto2: terza di fila per Augusto Fernandez
07/08/2022 ALLE 14:38