Il primo Gran Premio di Misano dell'anno va in archivio. Nel GP di San Marino abbiamo avuto il piacere di vedere la prima, stupenda, vittoria in carriera nella classe regina di Franco Morbidelli. Grande successo quello di Franco, un trionfo meritato, ottenuto dopo una gara dominata dal primo all'ultimo giro. Oltre alla gioia per il Morbido c'è da festeggiare l'altra "prima volta, quella di Francesco Bagnaia. Super gara di Pecco che, al rientro dopo l'infortunio e le cinque settimane di stop, guida al meglio la sua Ducati e chiude alle spalle del connazionale, per una doppietta tutta italiana sul tracciato dedicato a Marco Simoncelli.

Gran Premio di San Marino
Le pagelle: super Morbidelli, grande Bagnaia, male Quartararo
13/09/2020 A 14:00

Il nuovo che avanza made in "VR46 Academy"

Nonostante le tantissimi vittorie dei riders spagnoli negli ultimi anni, sono stati tanti i nostri portacolori che si sono messi in luce negli ultimi anni. E' pur vero che nell'ultima decade sono stati due gli italiani a vincere maggiormente: Valentino Rossi (12 successi, l'ultimo ad Assen 2017) e Andrea Dovizioso (14, l'ultimo ad agosto nel GP d'Austria). Esclusi gli exploit di Iannone e Petrucci, dal 2010 solo Vale e Dovi hanno vinto nella classe regina, guarda caso gli ultimi due italiani ad aver vinto su questo tracciato (nel 2014 e nel 2018).

LE VITTORIE ITALIANE IN MOTOGP DAL 2010 AD OGGI

GARAPILOTA
Qatar 2010Valentino Rossi
Malesia 2010Valentino Rossi
Olanda 2013Valentino Rossi
Misano 2014Valentino Rossi
Australia 2014Valentino Rossi
Qatar 2015Valentino Rossi
Argentina 2015Valentino Rossi
Olanda 2015Valentino Rossi
Gran Bretagna 2015Valentino Rossi
Spagna 2016Valentino Rossi
Catalunya 2016Valentino Rossi
Austria 2016Andrea Iannone
Malesia 2016Andrea Dovizioso
Italia 2017Andrea Dovizioso
Catalunya 2017Andrea Dovizioso
Olanda 2017Valentino Rossi
Austria 2017Andrea Dovizioso
Gran Bretagna 2017Andrea Dovizioso
Giappone 2017Andrea Dovizioso
Malesia 2017 Andrea Dovizioso
Qatar 2018Andrea Dovizioso
Repubblica Ceca 2018Andrea Dovizioso
San Marino 2018Andrea Dovizioso
Valencia 2018Andrea Dovizioso
Qatar 2019Andrea Dovizioso
Italia 2019Danilo Petrucci
Austria 2019Andrea Dovizioso
Austria 2020Andrea Dovizioso
San Marino 2020Franco Morbidelli

Ora finalmente abbiamo qualcosa di nuovo. Morbidelli e Bagnaia con questo uno-due hanno probabilmente dato il via a una nuova era per il motociclismo italiano, che ha trovato due volti vincenti che possono rappresentare per tanti anni il futuro della categoria.

https://imgresizer.eurosport.com/unsafe/0x0/filters:format(jpeg):focal(1346x600:1348x598)/origin-imgresizer.eurosport.com/2020/09/14/2886701.png

Quando gli allievi superano il Maestro

Essere sul podio con Morbidelli e Bagnaia sarebbe stato storico, sarebbe stato come al Ranch il sabato sera

Valentino Rossi nel post gara ha provato a prendere con filosofia, l'exploit di Morbidelli e Bagnaia (arrivato poche ore dopo il trionfo di Marini davanti a Bezzecchi e Bastianini in Moto2). Il Dottore ha dovuto incassare un amaro quarto posto, ma comunque ha di che essere felice. Si perché nessun pilota dell'Academy dei giovani piloti di Vale aveva ancora vinto in MotoGP. Ora, grazie al Morbido, il tabù è sfatato.

E così, dopo i mondiali vinti in Moto2, Morbidelli e Bagnaia si prendono anche la scena nella classe regina. Franco, il pilota che ha firmato il primo contratto con la VR46 Academy nel 2014, finalmente da piazzato diventa vincente e si toglie un grande peso dallo stomaco, dopo aver visto il compagno di box Fabio Quartararo, vincere le prime due gare della stagione e diventare l'astro nascente del motociclismo. Ora Morbidelli dimostra al mondo intero che su di lui si può puntare, anche per il mondiale. In questo campionato così strano, anomalo e combattuto, nulla è precluso.

Per Bagnaia invece è il risultato che serviva per poter avere la moto ufficiale per la prossima stagione. L'infortunio sembrava aver precluso le porte di Ducati Factory per Pecco, ma la gara di Misano ricambia le carte in tavola. Il 23enne rider piemontese è pronto, veloce e maturo per giocarsi un posto nel team ufficiale, inoltre è indubbiamente quello che interpreta meglio le nuove gomme e riesce a tirare fuori il massimo dalla GP20. Anche Dovizioso lo ha incoronato e lo ha più riprese lodato ("Bagnaia è quello che interpreta meglio le gomme con questa moto, io studio i suoi dati per migliorare ma cambiare stile di guida non è facile") Insomma, sta dimostrando di meritare la promozione.

Franco Morbidelli e Pecco Bagnaia festeggiano con lo champagne sul podio di Misano la prima vittoria e il primo podio in MotoGP, Getty Images

Credit Foto Getty Images

La VR46 sta raccogliendo tutto ciò che ha seminato

Bagnaia e Morbidelli sono le punte di diamante dell'Academy, che è forse il vero lascito di Rossi alla categoria e al motociclismo italiano. Cosa ne sarà del motociclismo italiano dopo l'addio del Dottore è una domanda che spesso gli addetti ai lavori si sono posti in questi anni. La risposta è che proprio grazie al lavoro di Valentino e dei suoi collaboratori, c'è un gruppo di ragazzi che dal 2014 (anno di nascita dell'Academy) ad oggi si è allenato e abbeverato dell'esperienza e della conoscenza del Dottore e giorno dopo giorno è progredito ritagliandosi un ruolo importante nella categoria.

  • VR46 Academy, la storia in pillole
Anno di nascita 2014
Primi piloti sotto contratto6 (Morbidelli, Bagnaia, Marini, Migno, Fenati, Bulega)
Piloti affiliati nel Motomondiale 20208 (Morbidelli Bagnaia Marini Bezzecchi Manzi Vietti Antonelli Migno)
Vittorie totali45
Podi nel Mondiale103
Titoli Mondiali vinti2 in Moto2 (Morbidelli 2017, Bagnaia 2018)

Ad avvalorare le classi in questo Mondiale 2020 si sono corse 20 gare (7 di Moto3, 7 di Moto2, 6 di MotoGP), l'Italia ha vinto 9 volte e 5 di questi successi sono "made in Academy" (1 Vietti, 2 Marini, 1 Bezzecchi, 1 Morbidelli). Insomma, dopo diversi anni avari, finalmente stanno arrivando i risultati e il futuro è tutto dalla parte della VR46, che al momento ha in mano il mondiale in Moto2 e ha tantissimi piloti competitivi in tutte e tre le classi. Il futuro passa da qui.

Valentino Rossi, verso l'infinito e oltre: la leggenda sempre sul podio da 25 anni

Gran Premio di San Marino
Bagnaia: "Questo podio ha il sapore di un'amatriciana"
13/09/2020 A 13:40
Gran Premio di San Marino
Morbidelli trionfa a Misano, Bagnaia 2°, Rossi 4° beffato da Mir
13/09/2020 A 12:45