Chi si attendeva, proprio a Misano, l’ufficializzazione del sodalizio fra Valentino Rossi e il team Yamaha Petronas dovrà pazientare ancora qualche settimana ma il Dottore una notizia ai suoi tanti fans l’ha voluta comunque dare nella conferenza stampa di presentazione del GP di San Marino, il primo dei due round che si correranno al "Marco Simoncelli World Circuit": Rossi non lascerà la MotoGP al termine della stagione. Il ritiro è ancora lontano.

A smentire le indiscrezioni del portale tedesco Speedweek, è stato la stessa leggenda di Tavullia che ha bollato la notizia come assolutamente falsa e confermato come la trattativa con Petronas prosegua spedita e già a fine mese potrebbe esserci l’annuncio ufficiale del matrimonio.

Gran Premio di San Marino
Morbidelli-Bagnaia, la Giovane Italia che vince è "made in Rossi"
14/09/2020 A 10:12

"Le voci sul ritiro? Credo che sia una grossa notizia e se su internet scrivi una cosa così immagino che in tanti la clicchino. Forse è per quello che sono balzate queste voci, non lo so, ma di fatto non è vero, la situazione è rimasta come era due-tre settimane fa. Ci prendiamo del tempo con la Yamaha, non abbiamo fretta, ma siamo molto vicini alla firma".

L'anno prossimo correrò con la Petronas al 99%, forse a Barcellona potremmo annunciarlo ufficialmente.

"La F1 al Mugello? Sono geloso è una delle piste più belle del mondo"

Chiarito il capitolo futuro, che sarà in Petronas al fianco di Franco Morbidelli - giovane talento dell’Academy VR46 – Vale ha espresso tutta la propria preoccupazione per la notizia della positività al Covid-19 di Jorge Martin, pilota di Moto2 del team KTM Ajo che salterà questo round di Misano.

"E' un grosso problema, dobbiamo fare grandissima attenzione. Dobbiamo starcene a casa, evitare di vedere altra gente e fare tanta attenzione. Per lui sono pessime notizie perché deve fermarsi per una gara o forse due, poi è anche questione di fortuna, magari uno fa attenzione, sta a casa e poi incontra la persona sbagliata. Credo che Martin abbia avuto un po' di sfortuna".

In questo weekend particolare, in cui per la prima volta sia la MotoGP che la F1, gareggeranno in Italia, Valentino non ha nascosto un po’ d’invidia per i piloti di Formula 1 che correranno per la prima volta al Mugello.

"Sono molto geloso perché noi non andiamo al Mugello quest'anno, per me e per tanti piloti quello e' uno dei tracciati più belli al mondo. Sia in moto che in macchina. Credo si divertiranno, sono molto curioso di seguire la F1 domenica. Credo che la pista sia un po' stretta, perche' le macchine sono larghe, però sicuramente si divertiranno. Ho guidato due volte la Ferrari lì, una volta anche sul bagnato. E' stato incredibile”.

Hamilton in sella e Rossi al volante: le immagini della storica giornata tra due leggende dei motori

"Voglio lottare per il podio, il Mondiale resterà aperto fino all’ultimo"

Tornando alla gara e alle ambizioni per questo GP di casa, Rossi non si è nascosto ammettendo che sulle strette curve di Misano la Yamaha potrebbe ritrovare quella competitività che non ha affatto mostrato nel doppio round in Austria.

"E’ il GP di casa per me, una gara sempre molto speciale, sono a 10 km da casa mia. Lo scorso anno abbiamo sfiorato il podio, vogliamo continuare sulla buona strada e lottare con i primi. Sarà un evento speciale perché sarà finalmente un GP con il pubblico, è un piccolo passo verso la normalità. In Austria per noi le cose sono state difficili, qui a Misano possiamo essere più competitivi, dovremmo lottare per il podio e per le prime posizioni. La lotta al Mondiale? Sono ad appena 25 punti da Quartararo, eppure sono settimo in classifica, con questo equilibrio tutto può succedere. Domani capiremo se siamo abbastanza forti per lottare per il podio. Questo Mondiale resterà aperto fino all’ultima gara".

Valentino Rossi, verso l'infinito e oltre: la leggenda sempre sul podio da 25 anni

Gran Premio di San Marino
Valentino Rossi: "Un errore e Mir mi ha fregato"
13/09/2020 A 14:57
Gran Premio di San Marino
Le pagelle: super Morbidelli, grande Bagnaia, male Quartararo
13/09/2020 A 14:00