Onestamente, è stata più una difficoltà mentale che fisica. Dopo l'errore a Austin, non è stato facile. Mi sento molto bene. Ho guidato in modo molto scorrevole, sono molto contento. Ad Austin eravamo delusi e ora siamo di nuovo in testa al campionato
Così il pilota della Honda, Marc Marquez, che è tornato al successo in MotoGp sulla pista di Jerez de la Frontera. "Ero convinto di me e della moto e con la mia squadra abbiamo capito l'errore" commesso nell'ultima gara, in Texas. "Ringrazio il team, godiamoci la vittoria", ha aggiunto il fenomeno con il numero 93.
Gran Premio di Spagna
Valentino Rossi: "Barcellona è una pista che mi piace molto"
12/06/2019 A 11:56
Questo invece il commento di Alex Rins, pilota della Suzuki Ecstar, che ha tagliato il traguardo a Jerez de la Frontera alle spalle di Marc Marquez.
Sono molto contento di questo secondo posto a Jerez, in Spagna. Non è stato semplice al via: sono partito un po' indietro, poi sono riuscito a recuperare diverse posizioni e sono felice di questo secondo posto
Bel podio anche per Maverick Viñales, dopo un weekend difficile tutto all'insegna della rincora ai settaggi.
Abbiamo faticato parecchio in partenza. Sono riuscito a conquistare delle posizioni. Il team sta lavorando benissimo. Qui ho sempre faticato, un podio per me è come una vittoria visto che abbiamo recuperato parecchie posizioni. E' stata dura ma abbiamo lavorato davvero sodo. Abbiamo trovato un sistema con cui mi sento molto meglio ma ancora si deve migliorare la moto. A un certo punto ho cercato di risparmiare la gomma di dietro. La moto ha risposto bene, ho visto i punti deboli e i punti forti. Dobbiamo ancora migliorare
"Ho sempre fatto tanta, tanta fatica qui. Spero che questo podio possa dare più fiducia. Ho staccato molto tardi e non mi sono fatto sorpassare da Dovi e Petrux, ma la trazione ci manca tanto rispetto ai nostri concorrenti", ha concluso lo spagnolo.
Un po' deluso, invece, Andrea Dovizioso, che con questo quarto posto perde la leadership del Mondiale:
Peccato, il nostro obiettivo era andare a casa con il podio e non ce l'ho fatta. Peccato. Facevo veramente fatica, mi sono preso parecchi rischi per cercare il podio e ho girato molto forte. Ci sta un po' stretta perché vogliamo fare il massimo. Il weekend è andato bene ma la gara ti dice la realtà. Questa è la verità: non lontani, basta poco. Siamo molto forti in certi aspetti ma in gare dove si scorre tanto facciamo fatica come oggi. Giri veloce anche quando le gomme calano un filino ma non ce la fai. Bene ma non benissimo. Per il campionato siamo messi benissimo, non è stata una botta. Siamo convinti che possiamo continuare a dire la nostra. La differenza la fa il feeling con la moto sapendo la gara, siamo contenti ma non del tutto. Come gap sono buoni per essere a Jerez. Alla fine, se è anni che non si fa il doppio, ci sarà un motivo. Anch'io mi aspettavo un po' di più, ma nei curvoni perdevamo troppo. Non sono riuscito a uscire per sferrare l'attacco. Questa è una pista in cui devi essere molto scorrevole e dolce, facevo veramente fatica. Siamo più veloci e più vicino, però non basta. Dobbiamo lavorare ancorare", ha analizzato Dovi. "Il livello si è alzato, di più i piloti. Anche se siamo stati veloci, Rins è migliore e a volte inserisce. Non è negativa la giornata di oggi, purtroppo è una conferma di certi aspetti
Gran Premio di Spagna
Le pagelle: Marquez perfetto, Rins si conferma. Rossi rimonta ma paga la pessima qualifica
05/05/2019 A 13:35