Tante sorprese nella prima qualifica europea della stagione 2019 della MotoGP. Il primo colpo di scena, il più importante, è la pole position di Fabio Quartararo, bravissimo a piazzare la zampata davanti al compagno di squadra Fabio Morbidelli.
La Yamaha, incredibilmente, festeggia. Non è però il team ufficiale ad esultare, bensì il clienti Petronas. La moto 2018 si trova un gran bene sul nuovo asfalto spagnolo, e così il francese ottiene il primo grande risultato della carriera nella classe regina mentre il Morbido è subito dietro. La doppietta della M1 in qualifica mancava da Mugello 2017, ma è sintomatico che ad ottenerla non sia stato il team factory: Viñales almeno limita i danni ed è quinto, Valentino Rossi invece annaspa nelle retrovie.
Gran Premio di Spagna
Valentino Rossi: "Barcellona è una pista che mi piace molto"
12/06/2019 A 11:56
Per il Dottore è un disastro. Valentino Rossi viene battuto da Bagnaia nel Q1 e domani sarà solo 13mo. Un vero passo falso del pilota di Tavullia, che sbaglia nel giro decisivo.
Terzo Marc Marquez. Tutti si aspettavano la pole dello spagnolo, che però nel finale si deve arrendere al debuttante francese. Per domani però è lui il favorito, anche se le temperature altalenanti sul circuito spagnolo potrebbero mescolare le carte.
Ducati fuori dalla prima fila. La moto italiana oggi non è al meglio e Dovizioso non va oltre al quarto posto e in seconda fila. Delude invece Petrucci, velocissimo nelle libere ma in difficoltà nel Q2 e finito a terra nel finale. Domani il Petrux sarà settimo, dietro anche a Crutchlow.
La gara sarà una incognita. Come detto le prestazioni della pista sono molto altalenanti in base alle temperature. Se dovesse essere nuvoloso attenzione alle Petronas che potrebbero far saltare il banco.

La griglia di partenza

POSIZIONERIDERMOTODISTACCO
1Fabio QuartararoYamaha-
2Franco MorbidelliYamaha+0.082
3Marc MarquezHonda+0.090
4Andrea DoviziosoDucati+0.138
5Maverick ViñalesYamaha+0.234
6Cal CrutchlowHonda+0.295
7Danilo PetrucciDucati+0.329
8Takaaki NakagamiHonda+0.452
9Alex RinsSuzuki+0.471
10Francesco BagnaiaDucati+0.504

I 5 momenti della qualifica

- Nelle FP4 svetta sempre Marquez, secondo un Viñales che sembra aver trovato la quadra sulla sua Yamaha, terzo Crutchlow, poi Quarataro, Dovizioso, Nakagami, Bagnaia. Male Rossi, solo 16mo. Iannone caduto, ha problemi alla caviglia e viene portato in Clinica Mobile.
- Nel Q1 le Yamaha dettano subito legge, con Viñales davanti a Valentino Rossi. Bene Bagnaia terzo, poi Miller e Bradl che si dimostra velocissimo con la Honda wild card questo weekend.
- Nel tentativo decisivo Viñales migliora ancora, ma la sorpresa è il mitico Pecco che elimina Valentino Rossi, mentre Miller cade ed è fuori anche lui.
- Marquez unico che prova la strategia dei tre tentativi. Il Cabroncito regola subito la concorrenza con un gran primo crono, bene Morbidelli secondo, poi Petrucci e Dovizioso. Lorenzo nono, Viñales ultimo.
- Nel tentativo decisivo Lorenzo cade e si chiama fuori. Marquez non si migliora, così a sorpresa nel finale Fabio Quartararo piazza la zampata coadiuvato da Franco Morbidelli in seconda piazza. Il Cabroncito terzo, poi Dovizioso.

La dichiarazione

Franco MORBIDELLI: "Sono molto contento. Quando ho finito il giro ho visto la classifica e tutto il team esultare. Siamo stati veloci tutto il weekend e speriamo nel domani".

La statistica chiave

Fabio Quartararo diventa il più giovane poleman dell'era moderna. Batte il record di Marc Marquez di Austin 2013.

Il tweet da non perdere

Il migliore

Fabio QUARTARARO: Che qualifica del ragazzo francese! A 20 anni conquista una grandissima pole position: il giro secco lo aveva, bravissimo a sfruttare il treno giusto per andare davanti a tutti. Rispedisce al mittente tutte le critiche prese negli anni precedenti

Il peggiore

Valentino ROSSI: Ok che la Yamaha ufficiale a Jerez fatica, ma almeno Viñales riesce dalle FP4 a ritrovare un po' di competitiva alla M1 e a passare nel Q2, facendo compagnia a Quartararo e Morbidelli. Il Dottore invece è l'unica Yamaha eliminata nel Q1 e domani partirà 13mo, lontanissimo dai primi due, tra l'altro tutti con la moto 2018. Jerez è pure una pista complicata per il sorpasso, sarà una corsa veramente in salita.
Gran Premio di Spagna
Marquez: "E' stata difficile di testa, ma ora mi sento bene"
05/05/2019 A 13:30