Mancava solo l’annuncio ufficiale ed è arrivato nella giornata di oggi. Sarà il britannico Cal Crutchlow, impegnato quest’anno nel Mondiale 2020 di MotoGP in sella alla LCR Honda, il prossimo test-rider della Yamaha.
La Casa di Iwata, dunque, ha puntato le proprie fiches su Cal, giustificando la scelta per la sua esperienza decennale nella classe regina con marchi diversi. A partire dallo shakedown previsto a Sepang (Malesia) dal 14 al 16 febbraio 2021, Cruchlow girerà sulla YZR-M1, legandosi a un marchio che ha accompagnato parte della sua carriera nei primi anni. Il britannico, infatti, vinse il Mondiale Supersport nel 2009 con la scuderia di Iwata e poi passò nell’anno seguente in Superbike, dove ottenne dieci podi (di cui tre vittorie), finendo quinto nella classifica generale. Questo gli spianò la strada per la classe regina, avendo la sua opportunità nel 2011 con il Team Tech3 Yamaha, dove trascorse tre stagioni.
MotoGP
Dovizioso: "Nel 2021 mi fermo. Tornerò in MotoGP se..."
10/11/2020 ALLE 17:46
L’accordo prevede anche la possibilità che Crutchlow possa essere pilota sostituto, come viene precisato nel comunicato, “nel caso sfortunato in cui uno dei piloti della Yamaha fosse costretto a saltare un gp a causa di malattia o infortunio. Pertanto, Jorge Lorenzo dovrà lasciare la sella libera, dando seguito alle voci che lo vedevano lontano dal ruolo di collaudatore, che evidentemente non ha soddisfatto la squadra giapponese.
giandomenico.tiseo@oasport.it

Valentino Rossi, verso l'infinito e oltre: la leggenda sempre sul podio da 25 anni

MotoGP
Lorenzo: “Dovizioso disoccupato? Dopo 13 anni senza vincere…”
10/11/2020 ALLE 12:24
Gran Premio della Malesia
🏍 Martin in pole, Bagnaia cade ma è 9°. Disastro Quartararo 12°
22/10/2022 ALLE 06:57